menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Confindustria racconta le aziende padovane in crescita oltre la crisi

Sono gli esempi concreti di quella parte di industria locale che ha già agganciato la ripresa, chiudendo il 2013 con ricavi in crescita (dal 5 al 20%) e che si affaccia al 2014 con prospettive di solido miglioramento

Dagli impianti per i laterizi e la logistica portuale di Bedeschi (Limena) a quelli per la lavorazione della plastica firmati Plastic System (Borgoricco), dai mobili refrigerati di Enofrigo (Borgoricco) per esaltare il gusto dell’italian wine, alla componentistica di precisione per il settore aeronautico, l’auto e la robotica di Benozzi Engineering (Piombino Dese), al vetro curvo ad alta tecnologia made in Sunglass (Villafranca Padovana) che ha sedotto le archistar. Sono alcune delle aziende padovane che hanno preso i primi refoli di ripresa, raccontate nella copertina "Fuori dal tunnel?" di "InFormazione", il magazine di Confindustria Padova.

OLTRE LA CRISI. Rappresentano quella parte di industria padovana che ha già agganciato la ripresa, chiudendo il 2013 con ricavi in crescita (dal 5 al 20%) e che si affaccia al 2014 con prospettive di solido miglioramento, nonostante una ripresa ancora pallida e incerta. Nessuna bacchetta magica, ma un mix di tecnologia ed eccellenza produttiva, innovazione a 360° e presidio dei mercati, che ha dato la spinta a una pattuglia di piccole e medie imprese leader in settori diversi, capaci di scattare oltre la crisi.

VISIONE STRATEGICA. "Il 2013 non è stato l’anno della svolta e lo scenario resta debole e incerto, ma ci sono imprenditori che battono la crisi perché hanno capito che questa è la nuova normalità - commenta il presidente di Confindustria Padova, Massimo Pavin - Queste storie ci dicono che non esistono bacchette magiche né scorciatoie, ma tenacia, lavoro, coraggio e visione strategica. Accanto al malessere, molte aziende sono riuscite a metabolizzare l’occasione di trasformazione, hanno puntato su se stesse e sulla forza del made in Italy. Avanti allora, emulando le imprese che hanno saputo reagire. È sulla vitalità di questo capitale produttivo che bisogna investire. Puntiamo su noi stessi e la ripresa arriverà".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento