Progetto Solidalia: così tornano al lavoro i disoccupati dei calzaturifici

A Peraga di Vigonza, grazie all'aiuto del Comune e di alcune cooperative, si torna a dare speranza e aiuto a chi aveva perso il lavoro o, per tanti motivi, si è trovato in quest'ultimo periodo senza un'occupazione

Il ritorno al lavoro dei calzaturieri

Sono in venti i dipendenti della cooperativa Solidalia che hanno aperto i battenti in un capannone di Peraga di Vigonza: un laboratorio dove è iniziata l'attività di taglio e orlatura di tomaie per conto di alcuni calzaturifici della zona. Solidalia è un gruppo cooperativo paritetico che opera nell’ambito dei servizi alla persona e dell’integrazione lavorativa di disabili, svantaggiati e deboli. La realizzazione del progetto è stata resa possibile grazie ad una rete di collaborazioni tra cui il comune di Vigonza, le cooperative primavera, e solidarietà.

CHI SONO. Il personale che torna al lavoro deriva, per la maggior parte, da aziende del settore calzaturiero della Riviera del Brenta: sono ultracinquantenni, estromessi dal mercato del lavoro per ristrutturazioni o fusioni aziendali, altri sono giovani alla prima esperienza lavorativa, uno di loro è un detenuto che rientra in un programma di reinserimento sociale lavorativo. Dopo un periodo di formazione di tre mesi, accanto a professionisti del settore, oggi in via del Progresso si torna a produrre le tomaie per duecento paia di scarpe al giorno. L’obiettivo è quello di raddoppiare lavoratori e produzione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

FINALITÀ. Il progetto solidalia ha un duplice obiettivo: ricollocare
 persone svantaggiate nel sistema
 produttivo e valorizzare la
 professionalità di mani esperte del
 settore calzaturiero della Riviera per conservare quello standard
 di qualità che ha caratterizzato la storia della calzatura del Brenta. Tutto questo ben si sposa con le attività già svolte e consolidate nella sede di Peraga di Vigonza, dove la qualità e l’aiuto sociale sono, da sempre, le priorità. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «La nostra super Bubi ha guadagnato un passaggio per il Paradiso»: Lavinia ci ha lasciati

  • Due padovane in difficoltà lungo la Strada delle 52 Gallerie: interviene il soccorso alpino

  • Coronavirus, positivi 5 bambini del centro estivo e 8 ragazzi tornati dalla vacanza in Croazia

  • Violento schianto contro il palo della luce: guidatrice trasportata in ospedale

  • Mancato utilizzo della mascherina: chiusi per 5 giorni cinque bar della città

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento