menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Rodolfo Cetera

Rodolfo Cetera

Disoccupazione giovani, a Padova su in 5 anni dall’11,4% al 20,7%

Dal 2007 al 2012 nella provincia euganea si sono persi 9,3 punti. L'allarme di Cetera, presidente giovani imprenditori di Confindustria Padova: "Inaccettabile esclusione Veneto da fondi Ue di garanzia giovani"

In Veneto il tasso di disoccupazione giovanile è quasi triplicato in cinque anni, dall’8,4% nel 2007 al 23,7% nel 2012 (ultimo dato disponibile), con un balzo di 15,3 punti: quasi uno su quattro dei giovani attivi è senza lavoro. A Padova il salto è stato dall’11,4% al 20,7% (9,3 punti).

ESCLUSIONE DA FONDI EUROPEI. "Sul lavoro siamo all’emergenza per i giovani. I dati fotografano un Paese senza futuro, in cui l’estero è l’unica via di sbocco per le nuove generazioni e per chi vuole fare impresa. Vogliamo avere la possibilità di rimanere qui, ma per farlo bisogna mettere mano all’Italia in modo strutturale". Così il presidente dei Giovani imprenditori di Confindustria Padova, Rodolfo Cetera, commenta l’impennata della disoccupazione giovanile negli anni della crisi. Dal Veneto manifatturiero arriva la frustrazione e l’appello alla politica per l’esclusione dall’accesso ai fondi della Youth Garantee (Garanzia Giovani), il piano europeo per la lotta alla disoccupazione giovanile che porterà in dote all’Italia 1,5 miliardi tra 2014 e 2015 e che prevede per ogni giovane una proposta occupazionale o formativa. "È paradossale l’esclusione del Veneto - dichiara Cetera - unica regione in Italia, perché il tasso di disoccupazione giovanile nel 2012 era inferiore alla soglia del 25%, pur sfiorandola, e comunque superiore alla media Ue. È una penalizzazione inaccettabile. Il Veneto ha fatto meglio di altre regioni sul fronte dell’orientamento, della formazione, dell’integrazione scuola-lavoro, e questo oggi ci si ritorce contro. I parlamentari veneti si facciano carico di rappresentare questo paradosso e di verificare fino in fondo la possibilità che le province escluse siano ammesse ai finanziamenti di Garanzia Giovani attraverso le porte secondarie previste dal regolamento".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento