menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Quasi 900 milioni di evasione Iva a Padova e oltre 4 miliardi in Veneto

Fabbrica Padova, centro studi di Confapi, incrociando i calcoli Eurostat con quelli presenti nello studio “Asymmetries in the territorial VAT gap”, ha provato a stimare il dato relativo al gap regionale e nella provincia

In Italia basterebbe far emergere quanto si evade di Iva per coprire più dell’intera manovra del 2016. Secondo un rapporto diffuso a settembre dalla Commissione Europea, infatti, la differenza tra quanto lo Stato incassa dall’Iva e quanto in linea teorica dovrebbe raccogliere sulla base delle regole esistenti è stata nel 2013 - ultimo anno analizzato nella sua interezza - di 47,5 miliardi. Nel 2012 era stata di 45 miliardi. Fabbrica Padova, centro studi di Confapi, proprio a partire da questi dati ha provato a stimare il dato relativo al gap Iva in Veneto e nella provincia di Padova.

EVASIONE IVA IN VENETO E A PADOVA. Lo ha fatto incrociando i calcoli Eurostat con quelli presenti nello studio “Asymmetries in the territorial VAT gap” (2014), frutto del lavoro di Elena D’Agosto, Massimiliano Marigliani e Stefano Pisani per l’Agenzia delle Entrate, che analizzava il fenomeno da una prospettiva legata al territorio. Un rapporto da cui emerge che l’evasione Iva, in Veneto, “pesa” per il 9,16% su quella totale in Italia. Vale a dire, considerando il 2013, per circa 4 miliardi e 350 milioni. E Padova? Considerando l’incidenza dell’economia provinciale rapportata a quella regionale, per lo stesso anno si può arrivare a stimare il dato in circa 892 milioni di euro.

IL TETTO DEI CONTANTI A 3MILA EURO. "Sono cifre mostruose, che da sole danno l’idea di quanto qualsiasi misura in grado di combattere il fenomeno vada favorita. E invece, nella Legge di Stabilità, com’è noto, il Governo ha pensato di innalzare il tetto dei contanti da mille a 3mila euro. E il contante, in quanto mezzo anonimo e non tracciabile, non fa che alimentare le possibilità di sviluppare l’economia sommersa", sottolinea Carlo Valerio, presidente di Confapi Padova.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Come fare una manicure semipermanente in casa senza l’uso della lampada

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento