Expo Milano 2015: If Padova in prima fila alla presentazione dell'Expo delle donne

Presentato alla Reggia di Monza l'Expo delle donne, iniziativa che fa parte della esposizione universale Expo Milano 2015. In prima fila il Comitato per lo Sviluppo dell'Imprenditoria femminile della Camera di Commercio di Padova

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Si avvicina l'appuntamento con l'Expo Milano, l'esposizione universale in programma dal 1 maggio al 21 ottobre 2015 dedicata al tema "nutrire il pianeta, energia per la vita". In preparazione dell'esibizione, che coinvolgerà oltre 138 nazioni, alla Reggia di Monza si è tenuta la presentazione del progetto "L'Expo delle donne" e sono contemporaneamente stati diffusi dati e contenuti sull'evento.

Erano presenti il ministro per lo Sviluppo Economico Flavio Zanonato, Diana Bracco presidente Expo 2015 SpA e Commissario generale di sezione per il padiglione Italia, Carlo Edoardo Valli presidente della Camera di Commercio Monza Brianza, Mina Pirovano, presidente del Coordinamento Regionale dei Comitati lombardi e del Comitato IF Monza e Brianza, Ferruccio Dardanello presidente di Unioncamere, Monica Parrella, direttore generale dell'ufficio per gli interventi di parità e pari opportunità della presidenza del Consiglio dei Ministri, Anna Maria Andretta presidente Camera Commercio italiana a Monaco di Baviera , Patrizia Dalmasso presidente Camera Commercio italiana, Leonardo Simonelli presidente Assocamerestero, Tiziana Pompei vice segretario generale di Unioncamere, e Stefania Brogin presidente del Comitato per lo Sviluppo dell'Imprenditoria femminile della Camera di Commercio di Padova.

A Monza è stato spiegato che l'Expo 2015 sarà un'opportunità importante per il nostro Paese e una vetrina ineguagliabile delle sue tradizioni e capacità, passate, presenti e future, volano per il turismo,la filiera agroalimentare e l'internazionalizzazione. L'obiettivo degli organizzatori è di dare impulso e nuova conoscenza mondiale al patrimonio culturale, enogastronomico, di stile e qualità di vita del made in Italy. Si attendono 20 milioni di visitatori, oltre 100 capi di Stato, 700 ministri in rappresentanza dei 138 Paesi espositori, mentre 60 nuovi padiglioni dedicati alle nazioni partecipanti saranno costruiti grazie ad investimenti provenienti dall'estero.

Il padiglione Italia cercherà di esprimere al meglio il design e dell'offerta nazionale e sarà il fulcro e il cuore pulsante di tutta l'esposizione. Saranno oltre un migliaio gli eventi e gli incontri in programma sui temi dell'innovazione, della ricerca, biodiversità , contrasto alla povertà, salute alimentare, nutrizione. Si calcola che per l'Expo 2015 saranno migliaia i milioni di euro investiti in Italia dei quali oltre 1 miliardo direttamente dal nostro Paese tra pubblico e privato.

Le donne saranno protagoniste dell'expo, attraverso la creazione di un network femminile che punta ad aggregare 1000 Commissarie nominate dai Paesi partecipanti, impegnate per il Gender Equal e per contribuire al progresso culturale, economico, al contrasto della povertà e per sviluppare relazioni imprenditoriali, culturali e commerciali tra donne di tutto il mondo.

Il ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato ha sottolineato la positività e l'ottimismo che si respira quando si parla di donne e imprenditoria, più che mai protagoniste in questa fase della ripresa nazionale e ha richiamato tra le misure a sostegno delle imprenditrici, i 10 milioni di euro assegnati alla sezione speciale del fondo centrale di garanzia, che concorrono con i 10 stanziati dal dipartimento per le Pari Opportunità ad aiutare le imprese femminili.

Stefania Brogin (presidente IF Padova) «Mi ha fatto molto piacere essere invitata per poter dare il mio contributo ad un evento così importante. A mio avviso occorre lavorare in maniera massiccia su questo Expo 2015 che può rappresentare un punto di svolta, come lo è stato in passato per altre nazioni. Anche l'imprenditoria femminile padovana con le sue quasi 39.000 imprenditrici, che occupano i settori chiave del manifatturiero, agroalimentare, turistico, della moda e dei servizi vuole fare la sua parte e dare il suo contributo in termini di sviluppo e crescita per un appuntamento di tale portata. Si calcola che saranno in 20 milioni a visitare l'Expo Milano, di questi molti faranno tappa a Venezia, Padova e nelle altre città d'arte venete, vorranno entrare nelle nostre imprese eccellenti per vedere come operano e attivare collaborazioni.

Stefania Brogin ha aggiunto che - Si tratta di un'occasione unica e di una sfida che non si può non vincere, per riposizionare l'Italia a livello mondiale e farle fare quel salto culturale che ancora manca per poter competere su scala globale. A mio avviso l'Expo 2015 dovrà essere anche una opportunità di crescita manageriale e di riposizionamento delle aziende, per internazionalizzare le tante piccole imprese nostrane che sono ancora impreparate, ma che la crisi ha costrette a guardare all'estero come unico mercato di sbocco. I contenuti dell'Expo 2015 mi sembrano positivi. Esso promuove un modello di sviluppo sostenibile che appartiene al modo di fare impresa al femminile e dell'intraprendere della donna. Il nostro approccio come imprenditrici tende alla valorizzazione delle risorse e dell'individuo a tutela dell'ambiente, della salute e a salvaguardia del bene comune. Come imprenditrici dobbiamo essere capaci di superare il paradigma da sfruttamento a valorizzazione e protezione delle risorse per progettare uno sviluppo economico sostenibile. In questi mesi di avvicinamento all'Expo 2015, il Comitato che presiedo si impegnerà su questi temi per aiutare le imprese a cogliere le molteplici opportunità che questo evento porterà. Fidelizzare i nuovi flussi economici che arriveranno da Paesi diversi per cultura , tradizioni, usi e costumi e che guardano all'Italia come il Paese delle eccellenze in tutti i settori rappresenta una prospettiva economica futura di enorme importanza e valore per il nostro Paese».

Altre informazioni:www.expo2015.org;www.facebook.com/IFPadova

Torna su
PadovaOggi è in caricamento