menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Export, è boom per la provincia di Padova: +4,3% nei primi nove mesi del 2017

Accordo tra Confindustria Padova e BNL Gruppo BNP Paribas a sostegno delle aziende che investono in innovazione

La triplice intesa: BNL Gruppo BNP Paribas ha siglato un accordo con Confindustria Padova e Unindustria Treviso per rispondere alle esigenze finanziarie delle aziende del territorio, a beneficio di una crescita moderna delle filiere locali e dei distretti industriali. Il gruppo bancario, infatti, crede molto nei concetti di “Impresa 4.0 e Filiera 4.0”, espressioni di una “nuova rivoluzione industriale” che sta sostenendo grazie ad accordi con le diverse associazioni imprenditoriali sul territorio.

+4,3% PER L'EXPORT PADOVANO

BNL punta così a promuove nelle filiere produttive la diffusione delle tecnologie abilitanti la manifattura digitale, contribuendo ad accrescere la competitività nazionale ed internazionale delle aziende e, a livello macroeconomico, a ridurre quel gap che vede in Italia il flusso di investimenti inferiore del 23 per cento circa ai livelli pre-crisi (secondo elaborazioni del Servizio Studi BNL). Anche in ambito territoriale, infatti, il supporto all’innovazione e agli investimenti costituisce un elemento determinante per consolidare la ripresa economica e sostenere il rilancio delle esportazioni. In base ad elaborazioni del Servizio Studi BNL su dati Istat, l’export della provincia di Padova nei primi nove mesi del 2017 è cresciuto del 4,3% rispetto allo stesso periodo del 2016, mentre quello della provincia di Treviso è aumentato del 5,4% nel confronto con i primi 9 mesi del 2016. Unindustria Treviso, Confindustria Padova e BNL si impegnano a presentare alle imprese associate le opportunità offerte dall’accordo, con l’intento di coinvolgere nella proposta quelle maggiormente attente a ricerca, sviluppo ed innovazione. A tal fine, BNL ha definito un’offerta di soluzioni per finanziamenti a condizioni competitive, concepite per gli investimenti in tecnologia innovativa che necessitano, per loro natura, di una fase iniziale di integrazione della tecnologia stessa nei processi produttivi delle aziende. La Banca punta a sostenere le imprese in questo delicato step, azzerando il tasso di interesse sui finanziamenti per i primi tre mesi della loro durata, fermo restando che le aziende potranno ovviamente beneficiare anche delle agevolazioni regionali, nazionali ed internazionali previste per tali tipologie di investimenti.

"PER LO SVILUPPO DELLE NOSTRE INDUSTRIE"

«BNL – ha dichiarato Alberto Galletti, Direttore Regionale Corporate Banking Triveneto della Banca – crede fermamente nell’ “Impresa 4.0” che, grazie al volano dell’innovazione sostenibile e di qualità, può contribuire ad accelerare lo sviluppo delle nostre industrie e delle filiere in cui esse operano, rendendole sempre più solide, tecnologiche e attrattive in Italia e a livello internazionale. Proprio per la crescita delle aziende nazionali e della loro competitività globale, BNL e il Gruppo BNP Paribas mettono a disposizione non solo la presenza diretta di propri esperti sulle maggiori piazze finanziarie italiane e in 75 paesi nel mondo, ma anche servizi, soluzioni e prodotti specialistici per le esigenze più evolute degli imprenditori che già operano in campo internazionale o si accingono a farlo».

Massimo Finco_Presidente Confindustria Padova-2

LE PAROLE DEL PRESIDENTE FINCO

«L’economia reale ha invertito la rotta spinta da manifatturiero e investimenti, la leva del credito è cruciale per accelerare – ha dichiarato Massimo Finco, Presidente di Confindustria Padova –. Far arrivare più liquidità alle aziende, specie alle Pmi, è indispensabile proprio in questo momento favorevole, per intensificare la trasformazione verso il digitale che implica un notevole volume di investimenti, non solo tecnologici ma in formazione e competenze. L’accordo con BNL è significativo perché supporta le Pmi, a condizioni di offerta interessanti, negli investimenti in aree strategiche, come digitalizzazione dei processi, internazionalizzazione, ricerca e sviluppo e miglioramento della supply chain, da cui dipendono la crescita competitiva delle aziende e la ripresa economica del territorio. L’impegno delle nostre Associazioni va in questa direzione, per affiancare le imprese nel cambiamento, diffondere le migliori prassi. E alimentare così la crescita dimensionale e qualitativa dentro le filiere produttive di eccellenza».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento