rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
Economia

"Facciamo Centro", un marchio di qualità a difesa del territorio

Tre comuni con la Camera di Commercio di Padova e altri 30 partner lanciano il brand di promozione commerciale del territorio come sfida alla crisi

Si chiama “Facciamo Centro” ed è il marchio che qualifica il commercio locale dei Comuni di Gazzo, Grantorto e Carmignano di Brenta. Un brand territoriale con un progetto di animazione commerciale, premiato dalla Camera di Commercio di Padova con un contributo di 20.000 euro. Il progetto richiama la filosofia delle “botteghe” di un tempo, i negozi che storicamente si affacciavano nelle piazze o nelle vie pubbliche, dove c’era particolare attenzione al rapporto di fiducia e familiarità esercente-cliente che è sempre sinonimo di garanzia.

3 Comuni

«I 3 Comuni– afferma Ornella Leonardi, sindaco di Gazzo, comune capofila del progetto - soffrono la forte concorrenza dei grossi centri commerciali collocati nei vicini territori vicentini, nel cittadellese e nel trevigiano. A questo si sono aggiunte prima l’emergenza sanitaria con tutte le restrizioni che hanno penalizzato le attività economiche ed ora la crisi energetica che sta mettendo in ginocchio tutti. Da qui l’idea di promuovere i centri urbani ed i loro esercizi che hanno dimostrato grande capacità di inventiva ed intraprendenza e che vanno fortemente sostenuti. Il progetto prevede infatti una serie di iniziative ricreative e culturali delle piazze per favorire sia l’aggregazione sociale ma anche l’animazione commerciale dei centri urbani».

Territorio

La fotografia del territorio mostra un ambito economicamente vivace con 16.287 abitanti e circa 214 esercizi commerciali al dettaglio e ristorazione. La maggior parte si trova nel Comune di Carmignano di Brenta che da quest'anno ha un proprio distretto del commercio, denominato “Noi e il Centro”, approvato ed inserito nel registro regionale. I comuni di Gazzo e Grantorto guardano con estremo interesse l'esperienza positiva di sinergia di successo del Distretto di Carmignano di Brenta, che dimostra la capacità e la volontà di più soggetti, privati e istituzionali, di unire le forze per rilanciare insieme alle attività commerciali del territorio.

Distretto del commercio

“Il riconoscimento di distretto del commercio è infatti un vantaggio notevole per le aziende - dichiara il sindaco di Carmignano di Brenta Eric Pasqualon - e permette di ottenere importanti contributi da destinare ad opere di rigenerazione urbana, sostegno alle imprese e ripresa economica. Il progetto condiviso con i comuni di Gazzo e Grantorto si inserisce perfettamente nelle finalità del distretto e consente di promuovere eventi attrattivi nei 3 comuni per vivacizzare anche il commercio locale. Durante la pandemia sono mancate le iniziative, le manifestazioni, la libera circolazione delle persone che inevitabilmente hanno avuto ripercussioni sulle attività commerciali presenti. Diventa quindi prioritario recuperare la dimensione socio-economica della piazza come luogo di identità collettiva”.

Rete

Il progetto è condiviso da una rete di 32 soggetti pubblici e privati: i 3 comuni con le 3 Pro loco, Confesercenti del Veneto Centrale, Confcommercio Padova, Confartigianato, Coldiretti Padova, Assindustria VenetoCentro, Confagricoltura, Acli Terra, Unpli Padova, Consorzio Pro Loco del Cittadellese, Engim Veneto, Istituto Comprensivo di Grantorto, Gazzo e San Pietro in Gu, Istituto Comprensivo di Carmignano di Brenta e Fontaniva, Associazione Civica, Avis Gazzo, Gruppo storico archeologico Archeo-Medio Brenta, Associazione Nazionale Alpini Grantorto, Asd Grantorto Calcio, Asd Gruppo Podistico Grantorto, Asd Ciclisti Grantorto, Avis Volontari Sangue comunale Carmignano, Comitato di gemellaggio Carmignano-Albbruck, Coro Gam Carmignano di Brenta, Band'Orchestra Bovo e Majorettes Show, Siamo Carmignano, Artis Associazione, Associazione Pro Giovani Carmignano. «L’obiettivo principale - precisa il sindaco di Grantorto Fiorenzo Cappellari - è quello di rafforzare le relazioni tra i commercianti e i principali eventi realizzati nei comuni per indurre la clientela a far gli acquisti di Natale nel territorio. L'esigenza è quella quindi di poter consolidare l'identità del tessuto economico del “Destra Brenta”. Sono previsti anche dei momenti formativi, attraverso due webinar per gli operatori economici, uno riguardante le comunità energetiche gestite da Ascom Padova ed un altro sugli strumenti per la coesione e l’innovazione territoriale nell’Alta Padovana tenuto da Engim Veneto. Poi ci sanno tutti gli eventi di Natale che stiamo mettendo in calendario».

Eventi

Ci saranno tutti gli eventi dei due villaggi di Natale di Gazzo e Carmignano di Brenta, le luminarie a basso consumo energetico ma fondamentali per dar luce a tutta la realtà che si affaccia alle piazze, la fiera del libro di Grantorto, le accensioni degli alberi di Natale, i concerti, i teatri, i mercatini ed un trenino per effettuare giri turistici fra i tre capoluoghi nelle domeniche 11 e 18 dicembre. Tutti i programmi saranno consultabili nei siti e nelle pagine facebook dei comuni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Facciamo Centro", un marchio di qualità a difesa del territorio

PadovaOggi è in caricamento