Decreto Rilancio, Bertin: «Non ci siamo, non è questa l’entità degli interventi che ci attendevamo»

«Bene la cancellazione degli aumenti automatici dell’Iva, ma abbiamo subito bisogno di liquidità. E se non vogliamo che il settore collassi ci servono più risorse a fondo perduto sia per i negozi che stanno per riaprire sia per tutta la filiera del turismo»

Patrizio Bertin

«Non ci siamo. Non è questa l’entità degli interventi che ci attendevamo»: Patrizio Bertin, presidente di Confcommercio Veneto e Ascom Padova, è chiaro e conciso.

Il commento

Aggiunge Bertin: «Abbiamo accolto con favore la cancellazione degli aumenti automatici dell’Iva ma abbiamo bisogno, e subito, di liquidità. Se non vogliamo che il settore collassi ci servono più risorse a fondo perduto sia per i negozi che stanno per riaprire sia per tutta la filiera del turismo. Tra le altre cose avevamo poi chiesto tempi più lunghi per le scadenze fiscali (la mia proposta era spalmare su sei anni le tasse relative ai redditi prodotti nel 2019) e una diversa impostazione dello sgravio sugli affitti. Qui siamo di fronte a una crisi di proporzioni mai viste, alla quale bisogna rispondere con azioni altrettanto decise se vogliamo che il Paese possa riprendersi e possa farlo in tempi ragionevolmente brevi»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Mi sono addormentato a casa della mia ragazza»: multa di 400 euro per il fidanzato ritardatario

  • Paolo Mocavero condannato, Roberto Baggio vince anche in tribunale

  • Perde il controllo della bicicletta e viene travolto da un'auto: morto ciclista padovano

  • Albignasego: filmano e deridono il professore in aula, sospesi quindici studenti

  • Incendio in un'abitazione a Padova: residente in ospedale con ustioni e problemi respiratori

  • «Bisogna rinviare il divieto di circolazione dei diesel Euro 4»: l'assessore scrive al ministro

Torna su
PadovaOggi è in caricamento