Fase 3, Coldiretti: ok al sostegno alle filiere, il patrimonio zootecnico vale 350milioni

Nella provincia euganea spiccano gli allevamenti da latte nell’Alta Padovana, l’avicoltura e la produzione di carne bovina che dopo mesi di buio vedono uno spiraglio

Nei mesi più duri del lockdown latte e carne sono stati oggetto di speculazioni a danno dei consumatori e dei produttori oltre che degli allevamenti ne hanno risentito sia in termini di fatturato che di produzione. Ora per la zootecnia veneta e padovana si apre uno spiraglio dati che arrivano le prime risorse da parte della Regione.

Le filiere zootecniche

«Lo stanziamento di 90 milioni per le filiere zootecniche è un passo importante per favorire la ripartenza di settori fortemente colpiti dal Covid 19: in provincia di Padova il settore vale oltre 350 milioni di euro nelle sue articolazioni, su un totale veneto che supera i 2miliardi di fatturato pari a 36,6% della produzione lorda vendibile agricola regionale. Le nostre stalle e i nostri allevamenti sono uno dei cardini del settore primario padovano, un comparto che va sostenuto in questo periodo di crisi, per garantire una produzione di qualità, latte e carme, ma anche formaggi e uova di valore nettamente superiore a quanto arriva dall’estero, anche in termini di sicurezza alimentare». E’ quanto afferma Massimo Bressan, presidente di Coldiretti Padova. Nella provincia euganea la zootecnia ha registrato nel 2019 il fatturato è sostanzialmente stabile per la carne bovina, con un leggero calo per la produzione di latte (-2.5%) e un incremento per i suini e per gli avicoli. A Padova il settore lattiero caseario conta, specie nell’Alta Padova e Destra Brenta, circa 500 aziende con un fatturato di 88,7 milioni di euro nel 2019 (dati Veneto Agricoltura), quasi 40 mila vacche da latte, e una produzione di 2 milioni 140 mila quintali di latte l’anno, un quinto del totale veneto, destinato per lo più alla produzione di formaggi Dop e di latticini. Nel 2019 nei caseifici della nostra provincia sono state prodotte 135 mila forme di Grana Padano Dop, alle quali si aggiungono gli altri formaggi Dop, Asiago e Montasio. Dopo le tensioni della primavera, con l’inizio della pandemia, i prezzi del latte alla stalla stanno risalendo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La carne bovina

Nella nostra provincia viene prodotta quasi un quarto della carne bovina veneta, 37 mila tonnellate su un totale di 168 mila della nostra regione, per un valore della produzione di 90 milioni di euro, stabile nel 2019. In difficoltà gli allevamenti  dei vitelli a carne bianca, per i quali le perdite a causa dell’emergenza sanitaria che ha di fatto chiuso i canali Ho.re.ca.  hanno superato il 30% e fanno riferimento al crollo dei consumi oltre che delle quotazioni: è stato registrato un calo dei prezzi al chilo dai 5,30 ai 3,00 euro.  In leggera crescita il comparto suini, con 24 mila tonnellate di carne dagli allevamenti padovani per un fatturato di 34 milioni di euro. La nostra provincia è seconda in Veneto per produzione di pollame, con 89 mila tonnellate, su un totale di 557 mila in Veneto, e un fatturato di 123 milioni di euro nel 2019, in lieve aumento. In difficoltà invece la carne di coniglio, che segna un calo di fatturato di circa il 30 per cento, nonostante il Veneto con 300 allevamenti professionali e circa 8 milioni di capi rappresenti il 40% della produzione e pertanto sia leader nazionale di settore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giordani: «Mia figlia vive un momento delicato, per alcuni giorni mi asterrò da qualsiasi attività pubblica»

  • Il Giro d'Italia arriva a Monselice: strade chiuse dalle 12.30, dodici i comuni interessati

  • Grave incidente sul lavoro al centro raccolta rifiuti di via Montà: morto un operaio

  • Coronavirus, Zaia: «Questa cosa non dura due settimane, abbiamo un progetto che arriva a maggio 2021»

  • Coronavirus, Zaia: «Ho l'impressione che questo Dpcm sia solo un "riscaldamento a bordo campo"»

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e nel Veneto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento