Fiera di Arsego: un evento sostenibile

Etra con il Comune per ridurre l’impatto sull’ambiente

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Quasi 10 mila persone e…non sentirle. È questo l’obiettivo cui puntano Etra e il Comune di San Giorgio delle Pertiche che, per il secondo anno consecutivo, hanno voluto rendere il tradizionale appuntamento, l’"Antica fiera di Arsego", che si svolge dal 19 al 22 ottobre, un evento sostenibile ad impatto zero.

«Nei quattro giorni di fiera ci aspettiamo circa 9.000 persone, con punte di 3.000 nella sola giornata di domenica. Un bell’impatto dal punto di vista della produzione dei rifiuti! Vista l’esperienza positiva della scorsa edizione abbiamo chiesto a Etra il raddoppio delle forniture per lo stand gastronomico che può ospitare fino a 1000 coperti, e due lavastoviglie – ha spiegato il sindaco Catia Zorzi - Piatti in porcellana, bicchieri in vetro e posate in metallo: stoviglie che adoperiamo tutti i giorni nelle nostre case e che rendono i nostri pranzi e cene così …speciali. Il risultato sarà un’importante riduzione dei rifiuti, riciclabili come no. Non solo. Per limitare il conferimento di bottiglie di plastica saranno installati due erogatori di acqua potabile e, per favorire gli organizzatori e i visitatori, verranno allestiti punti di conferimento per i diversi rifiuti. Un’iniziativa che piace agli utenti, che affollano gli stand gastronomici, e riempiono i cestini nel modo giusto, ma anche all’ambiente».

«Questa è un’ulteriore adesione alla nostra campagna ”Eventi sostenibili”, avviata l’anno scorso – ha spiegato Stefano Svegliado, presidente del Consiglio di gestione di Etra – che ha incontrato il vivo interesse di Comuni ed organizzatori di eventi. Nell’Alta padovana, ma anche altrove, sono moltissime le sagre che si svolgono all’insegna della riduzione del rifiuto e gli stand gastronomici registrando in tutti i casi un maggiore afflusso di persone. Etra si affianca ai comitati organizzatori e ai volontari addetti al servizio dei pasti, fornendo un kit con piatti, bicchieri, posate, caraffe e vassoi in ceramica o policarbonato (materiali lavabili e resistenti), lavastoviglie industriali, banconi, erogatori per l'acqua, che sarà a temperatura ambiente o fredda, naturale o gassata, e i contenitori (cestini e cassoni più grandi) necessari per raccogliere e dividere i rifiuti, in tutte le frazioni, umido, vetro, carta e cartone, plastica, metalli, secco».

Torna su
PadovaOggi è in caricamento