rotate-mobile
Economia Conselve

La Fiom ai lavoratori Uniflair: «Stop alle prestazioni straordinarie»

L'Uniflair di Conselve fa parte del gruppo Schneider Electric

Si sono svolte nella giornata del 16 Giugno le assemblee con le lavoratrici e i lavoratori delle sede Uniflair di Conselve del gruppo Schneider Electric. Le assemblee sono state convocate a seguito dell’incontro del 9 giugno scorso nel quale la Direzione Aziendale ha comunicato di aver messo in vendita il reparto Access Floor che si occupa di progettazione e produzione di pavimenti sopraelevati. Al progetto di vendita sembrano interessate alcune aziende locali e coinvolge l’intero business di mercato, i macchinari e tutte le maestranze , ovvero 37 lavoratrici e lavoratori di cui 5 commerciali dislocati nelle sedi di Napoli, Roma e Milano, e 32 nella sede storica Uniflair di Conselve di cui 21 operai e 11 impiegati.

Fiom

«Le OO.SS. Territoriali, unitamente alla RSU aziendale - fanno sapere dalla Fiom - e successivamente alle assemblee condividono una netta contrarieta? ad una cessione di ramo d’azienda che comporti l’uscita delle maestranze dal perimetro Schneider. Tanto piu? sostenuto dal fatto che tale progetto se ne affianca ad un altro che prevede l’ampliamento della produzione Cooling con la realizzazione di una nuova linea di produzione completa, negli spazi attualmente adibiti al reparto Pavimenti e che necessitera? di un conseguente ampliamento dell’organico. Riteniamo che gli addetti al reparto pavimenti, operai e impiegati, siano tutti ricollocabili all’interno del perimetro aziendale alla luce del fatto che sono gia? di supporto agli altri settori. In aggiunta a quanto sopra esprimiamo, oltre alla contrarieta? al progetto di cessione delle maestranze, la preoccupazione che queste intenzioni aziendali si realizzino, per quanto comunicatoci, con aziende locali di cui ad oggi non conosciamo i relativi perimetri sia rispetto alle dimensioni sia rispetto alle condizioni applicabili».

Richieste

Nel corso dell’incontro e nelle assemblee sono state ribadite le necessita? che, a fronte dell’ampliamento produttivo, si proceda con le stabilizzazioni del personale somministrato e che non e? piu? rinviabile la definizione e realizzazione di uno spazio ad uso refettorio che manca ormai da anni. Le OO.SS. Territoriali e la RSU aziendale danno mandato alle relative Segreterie Nazionali ed al Coordinamento Nazionale di richiedere un incontro urgente di gruppo e proclamano lo stato di agitazione indicendo il blocco delle prestazioni straordinarie. Ulteriori azioni di mobilitazione verranno nel caso in cui l’Azienda non retroceda dallo scenario presentato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Fiom ai lavoratori Uniflair: «Stop alle prestazioni straordinarie»

PadovaOggi è in caricamento