rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Economia

La Fiom proclama lo "stato di agitazione" alla Epta di Solesino

Complessivamente sono 33 tra lavoratrici e lavoratori ai quali Epta non rinnoverà il contratto

Anche alla Epta di Solesino in provincia di Padova, come alla Epta Costan di Limana in provincia di Belluno, l’azienda ha comunicato che non sarà rinnovato il rapporto con i lavoratori in somministrazione i cui contratti scadranno il 17 ed il 31 dicembre 2022. Si parla di complessivamente di 33 lavoratrici e lavoratori ai quali Epta non rinnoverà il contratto, senza alcuna garanzia né possibili soluzioni da parte dell’azienda per provare a trovare un modo per proseguire di quei rapporti di lavoro.

Stato di agitazione

«Durante le assemblee - spiegano dalla Fiom - che si sono svolte con RSU e dipendenti per discutere della situazione contingente è emerso un forte malumore da parte di tutti, lavoratori e lavoratrici, non solo da parte di chi vedrà terminare il proprio rapporto di lavoro a dicembre. Per tutti questi motivi la RSU unitamente alla Fim e Fiom di Padova, chiedono all’Azienda di rivedere le proprie posizioni e di cercare delle alternative rispetto all’interruzione dei rapporti di lavoro a tempo determinato». Per questo sono state decise una serie di iniziative: «Fino ad allora è stato proclamato sia lo stato di agitazione con il blocco degli straordinari e delle flessibilità che 4 ore di sciopero che si terranno le prime 2 ore a fine turno lunedì 28 novembre 2022 e le ulteriori 2 ore a fine turno mercoledì 30 novembre 2022».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Fiom proclama lo "stato di agitazione" alla Epta di Solesino

PadovaOggi è in caricamento