La sfida dell'artigianato di qualità ai grandi marchi del low cost parte dal pieno centro di Padova

Merito di Alexandra ed Eva, le due giovani designer titolari del laboratorio creativo "Formano", negozio di abbigliamento da poco aperto nel Ghetto patavino

Giovani, carine e tanto occupate. Ma soprattutto molto coraggiose: sono Alexandra Ceretta ed Eva Sandrini, le due titolari del laboratorio creativo Formano, dove ogni giorno le due designer realizzano capi da donna.

Formano 2-2

Tra innovazione e tradizione

Una bottega artigiana vecchio stile ma con tanta innovazione, quella aperta da poco più di un mese in pieno centro a Padova (via dei Fabbri 36, nel Ghetto) dalle due imprenditrici trentenni, che si sono conosciute tra i banchi dell’università allo Iuav di Venezia. Entrambe laureate al corso di Design per la moda, dopo alcune esperienze professionali in Veneto ed a Londra le due giovani hanno deciso di intraprendere questa avventura. “Siamo molto soddisfatte di questo primo mese di attività - spiegano Eva ed Alexandra - la risposta delle donne residenti in questa zona e dei moltissimi turisti ci conferma che abbiamo avuto l’intuizione giusta e che è possibile fare impresa anche in centro storico”.

Formano targa-2

“Attività che mantiene vivo il centro storico”

A tenere a battesimo la nuova realtà artigiana è intervenuto in via dei Fabbri il presidente di Confartigianato Padova, Roberto Boschetto. “E’ bello per me che ho iniziato la mia attività dopo essermi laureato allo Iuav, trovare queste due giovani artigiane - ha commentato Boschetto - a cui do il benvenuto nella nostra squadra e nella nostra famiglia. Noi siamo sempre a disposizione per dare una mano agli imprenditori artigiani. Confartigianato offre servizi ma anche quella tranquillità necessaria per fare impresa in maniera serena nonostante il momento difficile. L’apertura di questo laboratorio creativo in pieno centro storico è una buona notizia, perché il centro storico, come tutti gli altri quartieri della città, ha bisogno di essere vivo attraverso la presenza di attività di qualità come questa”.

Formano 1(1)-2

“Scelta tanto affascinante quanto matura”

Soddisfatta della nascita di questa nuova impresa anche il segretario generale di Confartigianato, Tiziana Pettenuzzo: “È un'attività affascinante perché queste due giovani arrivano in bottega dopo un percorso di formazione universitaria importante. Sono delle designer che hanno fatto esperienze all'estero - ha commentato Tiziana Pettenuzzo - e si sono fatte contaminare dalla cultura europea e dalla cultura anglosassone in particolare, recuperando la tradizione, ma mettendoci dentro anche l'innovazione. Due donne giovani e coraggiose, forti dell'intelligenza di una scelta matura. A livello regionale il comparto della sartoria cresce soprattutto per quanto riguarda le attività artigiane, collegate a ragazze e ragazzi che hanno fatto percorsi formativi. I mestieri dismessi, durante il periodo dell'usa e getta, tornano ora protagoniste sull'onda del gusto del vintage e della signorilità delle manifatture del fatto su misura”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pezzi unici e stoffe made in Italy

Il laboratorio creativo “Formano” di via dei Fabbri 36 realizza capi unici su modelli originali disegnati e realizzati, oltre che spesso dipinti a mano, dalle due giovani artigiane. “Lavoriamo praticamente su pezzi unici, con stoffe made in Italy - ricordano Eva ed Alexandra - Non volevamo annoiarci ed annoiare. Non usciamo con delle stagioni: seguiamo piuttosto la nostra creatività”. L’obiettivo delle prossime settimane è fare rete con altri artigiani, mettendo a disposizione i nostri spazi per fare cultura dell’artigianalità. “E’ nei momenti di crisi che nascono le opportunità - ha chiosato soddisfatto Lino Fabbian, Presidente del Mandamento di Padova - auspichiamo che dalla nuova classe politica si possano avere sanzioni e regole certe in materia della tassazione, magari assieme ad una riduzione delle tasse sulle piccole attività, che sono il vero freno per una maggiore imprenditorialità giovane ed al femminile”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Siamo tornati da rischio basso a rischio elevato, lunedì inaspriamo le regole»

  • Scontro auto moto lungo la Romea: i veicoli prendono fuoco, morto il centauro

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Live - Aumenta l'indice di contagiosità, botta e risposta Zaia-Crisanti

  • Live - Coronavirus, un nuovo decesso all'ospedale di Padova

Torna su
PadovaOggi è in caricamento