Sì alla fusione tra Banca del Veneziano e Banca Annia: eletto il nuovo cda

Approvato, lunedì nelle assemblee, il progetto di fusione. La nuova banca, che nascerà dall'accorpamento dei due istituti, prenderà il nome di "Banca di credito cooperativo di Venezia, Padova e Rovigo - Banca Annia" ed avrà sede legale e direzionale a Cartura

Approvato, lunedì nelle assemblee, il progetto di fusione tra Banca del Veneziano e Banca Annia. La nuova banca, che nascerà dall'accorpamento dei due istituti, prenderà il nome di "Banca di credito cooperativo di Venezia, Padova e Rovigo - Banca Annia" ed avrà sede legale e direzionale a Cartura. Nel corso delle assemblee sono stati eletti i componenti del nuovo consiglio di amministrazione, che entrerà in carica dal 1 gennaio 2017, quando la nuova Bcc vedrà la luce.

GLI OBIETTIVI DELLA FUSIONE. "I soci ci hanno dato fiducia e hanno dimostrato di aver compreso e apprezzato questo progetto di fusione". Il presidente di Banca Annia, Mario Sarti, non nasconde la soddisfazione di aver traghettato in porto un progetto complesso: una sfida, come è stata definita più volte, per consolidare una banca verso un nuovo modello organizzativo che abbia per obiettivi e risultati il cambiamento e l’innovazione: "La Banca - ha detto Sarti - dovrà essere unita, coesa, pronta alle relazioni e vicina alle comunità, contraddistinta da quello spirito cooperativo che fa parte del nostro dna pur in un contesto di mercato difficile e iper selettivo".

COMITATI TERRITORIALI. Proprio per venire incontro a questa esigenza il direttore generale Andrea Binello ha annunciato in assemblea la costituzione di comitati territoriali: "La banca dal 1 gennaio prossimo diventerà per numero di sportelli e per estensione territoriale una delle prime 30 realtà del Credito Cooperativo a livello nazionale - ha detto il dg Binello - pertanto, per essere più vicini alle nostre comunità e per comprendere a fondo le istanze del tessuto imprenditoriale e sociale, abbiamo in animo di istituire quanto prima comitati territoriali che si riuniscano periodicamente. Non avranno potere deliberativo, ma consultivo e saranno uno strumento prezioso di relazione tra il consiglio di amministrazione e la base sociale. Ci daranno indicazioni anche per improntare servizi efficienti e necessari nei territori e politiche commerciali ad hoc".

"IRROBUSTIRE IL SISTEMA VENETO DELLE BCC". "L’operazione è stata eseguita nell’ambito delle linee guida indicate dalla Federazione Veneta delle Banche di Credito Cooperativo - ha commentato il presidente della Federazione, Ilario Novella - ed adottate nel triennio della mia presidenza. L’indicazione strategica è stata quella di irrobustire il sistema veneto delle BCC, e le fusioni sono tra i pochi strumenti che l’attuale normativa concede per superare situazioni di fragilità. L‘obiettivo è di preparare al meglio le BCC in vista dell’entrata nel Gruppo bancario, prevista dalla Legge 49/2016. Per effetto di questa azione, determinata e continua - ha spiegato Novella - le BCC venete si stanno presentando al meglio ad affrontare le sfida dei mercati, a sostegno dell’economia della nostra regione. Il lavoro svolto dal consiglio di amministrazione della BCC del Veneziano è stato prezioso, considerato che ha dovuto affrontare il difficile contesto post commissariamento. E per questo la Federazione non può che ringraziare il consiglio di amministrazione e il presidente Borga di Banca del Veneziano per il lavoro svolto. Un apprezzamento inoltre per la professionalità e la serietà dimostrata dall’Istituto incorporante, Banca Annia".

NUOVO CDA. Nel consiglio di amministrazione, che entrerà in carica dal 1 gennaio prossimo, sono stati eletti: Mario Sarti (Banca Annia, Presidente), Francesco Bettella (Banca Annia), Donatello Cecchinato (Banca Annia), Moreno Mancin (Banca del Veneziano), Giovanni Piasentini (Banca Annia), Daniele Salmaso (Banca del Veneziano), Alessandro Terrin (Banca Annia), Mauro Toso (Banca Annia), Enrico Zabeo (Banca del Veneziano). Per il Collegio sindacale sono stati eletti Carlo Pesce (Presidente, Banca del Veneziano), Saverio Bozzolan (Banca Annia) e Luca Zago (Banca del Veneziano).

Potrebbe interessarti

  • Via libera all'assunzione di 500 giovani medici: la rivoluzionaria scelta della Regione Veneto

  • Tumori, scoperto il meccanismo per il controllo della proliferazione cellulare

  • Ferragosto da bollino rosso sulle autostrade venete: giorni di traffico intenso

  • Al top in Italia e nel mondo: Università di Padova al 160esimo posto su 20mila atenei valutati

I più letti della settimana

  • Terribile frontale auto-moto, gamba amputata per i due centauri padovani: sono in pericolo di vita

  • Decide di farla finita lanciandosi dal terzo piano di un hotel del centro: tragico suicidio a Padova

  • Ferragosto di sangue: lo schianto in autostrada è violentissimo, muore a 22 anni

  • Fermata e soccorsa mentre corre nuda in centro a Padova: «Sono sonnambula»

  • Tentato stupro vicino alla sagra: strattonata e trascinata da due uomini verso un vicolo

  • Spaventoso incidente al semaforo: tre feriti, due sono bambini. Auto distrutte

Torna su
PadovaOggi è in caricamento