menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Condifesa Padova: gelate primaverili, occhi puntati sugli alberi da frutto

Condifesa Padova: da valutare le conseguenze su albicocche e pesche tra Monselice e parte della Bassa Padovana. Domani incontro on line sulla difesa dei cereali

Occhi puntati sulle temperature e sulle conseguenze delle gelate tardive. In questo periodo i cambiamenti climatici stanno sempre più causando al nostro territorio forti escursioni termiche tra il giorno e la notte. Occhi puntati dunque sulle coltivazioni più esposte da parte dei tecnici di Coldiretti Padova e del Condifesa Padova, il consorzio che si occupa delle assicurazioni per i prodotti e le attività agricole.

Le temperature

«Le temperature quasi primaverili di febbraio – spiega Ettore Menozzi Piacentini, presidente di Condifesa Padova - avevano portato alcuni alberi da frutto all’anticipo della gemmazione, il rischio di temperature sotto lo zero delle notti scorse potrebbe aver compromesso parte delle produzioni di frutta precoce - albicocche, nettarine, pesche precoci delle zone vocate di Monselice, Pernumia, San Pietro Viminario, ma anche in alcune aree tra il Conselvano e il Montagnanese». Piacentini ricorda che con l'approssimarsi della primavera e il risveglio vegetativo delle piante, è necessario tenere monitorato il rischio di forti abbassamenti di temperatura notturni. «Questi inverni miti – aggiunge - portano ad un risveglio vegetativo anticipato particolarmente sensibile a bruschi abbassamenti delle temperature, e i ritorni di freddo primaverili ormai piuttosto frequenti nei mesi di marzo e aprile possono compromettere gravemente le produzioni  frutticole e viticole. L'anno scorso le gelate di fine marzo e inizio aprile hanno provocato danni nel nostro territorio stimati in alcuni milioni di euro».

Gelate tardive

Gli effetti delle gelate tardive, possono essere contrastati con opportuni sistemi di difesa attiva come ad esempio l’irrigazione antibrina che permette di mantenere in prossimità di 0 °C la temperatura degli organi vegetali, ricoprendoli con uno strato di ghiaccio in continua formazione, fino al termine della gelata. Anche se poco diffusa nei nostri impianti arborei è una tecnica che per l’attivazione richiede di conoscere nel breve periodo l'entità del raffreddamento notturno previsto.  Condifesa Padova, inoltre, può fornire un servizio di previsione a brevissimo termine delle temperature notturne mediante la consultazione della rete di monitoraggio costituita dalle nostre stazioni che rilevano dati meteorologici di qualità certificata fornendo valori ultima ora e dati d’archivio, elaborazioni avanzate e meteogrammi previsionali. Intanto è periodo di semina per i grandi cereali, per questo Condifesa organizza per giovedì 25 marzo alle 18.30 un webinar gratuito su “Cereali, tecniche di produzione sostenibile e tendenze di mercato”. I principali temi trattati insieme ai relatori della Regione Veneto, Lorenzo Furlan e Renzo Rossetto, saranno le tecniche di produzione sostenibile dei cereali e applicazioni in campo, le tendenze dei mercati e andamento dei prezzi 2021 e gli strumenti a tutela del reddito. Dal sito di Condifesa Padova è possibile iscriversi all’incontro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento