rotate-mobile
Giovedì, 6 Ottobre 2022
Economia

Glow, il dispositivo per le mani, testato e "promosso" dall'Università

Efficace fino al 99,9%, Glow si avvale della tecnologia del plasma a freddo per igienizzare le mani, lasciandole perfettamente asciutte. Una vera rivoluzione nella lotta al Covid-19, capace di agire anche su batteri, salvaguardando la salute delle persone

A vederlo sembra un oggetto di design avveniristico ed elegante, in realtà è una vera e propria opera d’arte della tecnologia più avanzata: Glow è il nuovo dispositivo per igienizzare le mani, che garantisce un’efficacia fino al 99,9%, destinato a cambiare l’approccio ai dpi nella lotta al Covid-19, e a molte altre possibili infezioni. Il dispositivo è stato testato dai laboratori del dipartimento di Medicina Molecolare dell’Università di Padova che hanno convalidato la capacità igienizzante di Glow.

Dispositivo

Un dispositivo compatto, versatile e maneggevole, dall’utilizzo facile ed intuitivo: è sufficiente inserire le mani nell’apposito cassetto igienizzante, e attendere lo spegnimento della luminescenza. In questo modo si avrà la certezza di avere mani igienizzate e perfettamente asciutte. Due, infatti, i vantaggi che comporta l’uso di Glow: è possibile igienizzare le mani in pochissimi secondi, mantenendole completamente asciutte, evitando così i possibili effetti collaterali che derivano dall’uso frequente di prodotti igienizzanti liquidi.

Sostenibilità

Efficacia, innovazione e sostenibilità sono le tre parole d’ordine che accompagnano questo dispositivo assolutamente unico: Glow non prevede costi per materiali consumabili o manutenzione ordinaria, è costruito con materiali riciclabili al 100% e, con un bassissimo consumo elettrico, è il primo dispositivo a zero sprechi in grado di garantire una un’igienizzazione efficace e certificata.

Startup

Il dispositivo è stato realizzato da HT Plasma, una startup innovativa di 9 soci con competenze in ricerca e sviluppo, produzione e ingegnerizzazione, marketing e commercializzazione. Un know-how vario e complementare che racchiude un team di ricerca e sviluppo composto da fisici, ingegneri e microbiologi, e professionisti nella produzione di dispositivi elettronici. HT Plasma lavora all’introduzione del gas ionizzato nelle attività quotidiane, sdoganandolo dall’uso esclusivo nella ricerca scientifica. La startup è nata dall’intento di creare un approccio nuovo e tecnologico alla necessità, ormai costante, di sanificazione degli ambienti, cresciuta in concomitanza con la pandemia.

Ricerca

«Questo prodotto è il risultato di due anni di intensa attività di ricerca – spiega Anna D’Amico, founder insieme ad Andrea De Masi di HT Plasma -. Siamo particolarmente soddisfatti del traguardo raggiunto con l’Università di Padova, che ha sancito l’enorme efficacia di Glow, un dispositivo in cui abbiamo creduto fin dall’inizio, e su cui abbiamo investito, nella ferma convinzione che avrebbe rivoluzionato i sistemi di protezione dal Covid-19 e da molti altri virus e batteri. Ora siamo pronti per distribuirlo in tutti gli ambiti del settore terziario».

WhatsApp Image 2022-08-24 at 17.37.05 (2)-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Glow, il dispositivo per le mani, testato e "promosso" dall'Università

PadovaOggi è in caricamento