Helpernotes, dove la salute diventa social

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Dall'esigenza di un nuovo modo di condividere informazioni, esperienze e tutto quello che ruota attorno alla salute e al benessere della persona, nasce Helpernotes, una piattaforma online gratuita.

Il progetto prende vita da due giovani veneti, Filippo De Tomasi (24 anni, Vicenza) e Silvia Rigoni (24 anni, Padova), che da inizio 2014 hanno cominciato a mettere nero su bianco le loro idee, in risposta alla necessità di molte persone.

Spesso accade che, di fronte a problematiche riguardanti la propria salute e benessere, le persone ricerchino un supporto e un aiuto da qualcuno che abbia già vissuto la stessa esperienza. Basti pensare alle sale d'attesa degli ospedali: chi di noi non ha conversato almeno una volta con il proprio vicino per cercare un conforto?

In un mondo sempre più digitalizzato tale ricerca avviene sul web.

Le nuove statistiche forniscono grandi numeri, in continua crescita, di utenti che si registrano in vari siti internet dedicati alla salute.

Lo svantaggio della ricerca nel web sta nel fatto che ci sono moltissime informazioni, a volte caotiche e poco chiare, che rischiano di mettere in difficoltà l'utente stesso.

Sono proprio queste difficoltà a ispirare i fondatori di Helpernotes. Attraverso il loro sito (www.helpernotes.com), i due giovani intendono permettere alla persone di trovare un nuovo punto di riferimento accessibile a tutti, organizzato in modo semplice e specifico, in cui lo scambio e la ricerca delle informazioni necessitate siano elementari ed intuitivi.

Grazie ad Helpernotes è possibile conoscere facilmente le esperienze e i consigli di chi, come te, ha risolto o sta cercando di risolvere un problema di salute.

Ogni storia è organizzata in modo che siano immediatamente visibili il titolo e l'argomento di cui si tratta e alcune informazioni principali necessarie a inquadrare, già a prima vista, di cosa andrà a trattare quanto scritto in modo libero dall'utente.

La struttura chiara del sito permette di scorrere velocemente e trovare subito il racconto di interesse, senza dover trovarsi nella spiacevole situazione di leggere testi e testi per scoprire solo alla fine che non era esattamente ciò che volevamo. A differenza di molti altri siti, in Helpernotes questo non accade ed è sicuramente uno dei suoi punti di forza.

Molto efficace è anche la possibilità di ricercare le esperienze presenti all'interno del sito. Esistono ben due tipi di ricerca, una per argomento e una libera con la possibilità di affinare i risultati mediante l'impiego di filtri.
L'anonimato degli utenti assicura la libertà di raccontare la propria esperienza facendo sì che siano la storia e il desiderio di aiutare qualcuno o di essere aiutati a diventare protagonisti.

Per sottolineare l'importanza dell'esperienza di ciascuno, il bisogno di solidarietà, basta la nostra stessa esperienza di vita. Per la semplicità di Helpernotes ci hanno pensato gli ideatori, fornendogli una conformazione che richiama la pagina di un block notes, oggetto di uso quotidiano, a tutti familiare. Scrivendo in questo si ha la sensazione di lasciare un proprio "appunto di vita", qualcosa che, per quanto piccolo o grande che sia, potrà essere sicuramente di enorme valore per chi legge.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento