Inaugurato nel Padovano il 1° impianto biogas di Anb con polpe di barbabietola

Il presidente Mario Guidi ha inaugurato stamane, a Pozzonovo, il primo impianto a biogas partecipato da ANB (Associazione Nazionale Bieticoltori) per valorizzare le polpe di barbabietola. L’impianto fa parte di un programma di 6 strutture ciascuna della potenza di 1 mw

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Inaugurato stamane a Pozzonovo, in provincia di Padova, dal Presidente ANB Mario Guidi, alla presenza dei consiglieri di ANB, e del Sindaco di Pozzonovo, Flavio Girotto, il primo impianto a biogas in produzione che utilizzerà, fra le varie matrici, la polpa surpressata di spettanza dei bieticoltori soci di ANB.

"L'impiego della polpa di barbabietola nella filiera biogas - ha ricordato Mario Guidi - nasce dalla necessità di garantire, attraverso una più alta remunerazione, il prezzo della barbabietola, negli anni in cui sono terminate tutte le forme di aiuti pubblici. Con questo progetto abbiamo consentito al settore bieticolo-saccarifero di poter camminare con le proprie gambe, in un momento di forte difficoltà, all'indomani della disastrosa riforma dell'OCM zucchero del 2006". Conclude Guidi: "Un solo dato: grazie alla conversione energetica delle polpe, per la campagna 2012, ANB ha assicurato un importo pari a 5,9 euro per tonnellata di barbabietola da zucchero conferita, corrispondente ad una valorizzazione della polpa surpressata pari a 43,70 €/ton."

L'impianto di Pozzonovo fa parte di un programma di 6 strutture, finanziate da ANB, ciascuna della potenza di circa 1 MW. In questi impianti verranno trasformate mediamente 70.000 tonnellate di polpe surpressate, derivanti da circa 10.000 ettari di barbabietola associati ad ANB. La polpa viene prodotta dalle barbabietole lavorate negli stabilimenti saccariferi del bacino di San Quirico di Eridania Sadam e del Coprob. Dagli zuccherifici, le polpe vengono trasportate nelle trincee degli impianti dislocati nelle regioni Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna. Al fine di ridurre i costi imputabili alla logistica, gli impianti sono stati ubicati in aree prossime agli stabilimenti saccariferi. Gli impianti realizzati sono in grado di assicurare la conversione della quasi totalità della produzione di polpa riferibile agli ettari di barbabietole associati ad ANB.

Per la realizzazione di tale disegno, ANB ha costituito un sistema organizzativo che consta di una società capogruppo, al 100% di proprietà di ANB, denominata "ANB Holding spa" che svolge funzioni di organizzazione dei servizi comuni e di reperimento delle fonti di finanziamento. ANB Holding partecipa, a sua volta come socio finanziatore, nella società cooperativa denominata "ANB Biogas soc. coop. S.p.a." alla quale aderiscono i bieticoltori conferenti la propria spettanza polpe e percepenti tutti gli utili del processo di conversione energetica della stessa. ANB Holding e ANB Biogas, il cui Presidente è il consigliere di ANB, Guglielmo Garagnani, sono i soggetti che detengono le partecipazioni nelle società veicolo che hanno costruito gli impianti. "Utilizzare nella dieta di un impianto a biogas, un sottoprodotto della barbabietola da zucchero - ha osservato Garagnani - consente di diminuire il peso delle colture dedicate, sviluppando un modello equilibrato per la produzione di energia da fonti rinnovabili, rispettoso delle aziende agricole e del territorio."

La società di Pozzonovo (PD), denominata BioTre Energy srl, che ha ottenuto l'autorizzazione dalla Regione Veneto nel mese di agosto del 2011, vede la presenza di ANB Holding come socio di maggioranza e di due soci singoli, che sono anche proprietari del terreno su cui sorge l'impianto, oltre che di buona parte dei terreni che la società coltiva in affitto.

Il Presidente della società BioTre Energy srl è il Direttore Generale di ANB, Michele Distefano, il quale ha ringraziato tutti coloro che hanno permesso la realizzazione dell'impianto: la società di consulenza che ha accompagnato il progetto, Aretè Srl, il direttore dei lavori e tutti i fornitori. Un ringraziamento particolare all'amministrazione comunale di Pozzonovo, che attraverso il Sindaco Flavio Girotto, ha dimostrato con i fatti una vigile e fattiva collaborazione, pretendendo, con competenza, sempre grande attenzione nel coniugare le ragioni dello sviluppo con la tutela dell'ambiente e della salute.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento