menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un outlet di lusso nell'area dell'ex Italcementi

L'Ascom: "Il sindaco di Monselice lo esclude, ma noi ribadiamo la nostra contrarietà"

Un outlet di lusso nell'area dell'ex Italcementi di Monselice. È l'ipotesi che spaventa l'Ascom e il suo presindente, Patrizio Bertin, nonostante il sindaco del Comune, Francesco Lunghi, l'abbia esclusa categoricamente: "È bastato che il Comune di Monselice, lunedì, presentasse il master plan per la riconversione dell’area ex Italcementi perché le antenne dell’Ascom cominciassero a captare segnali negativi - afferma Bertino - il sindaco Lunghi l’ha escluso categoricamente, ma siamo stati scottati più volte e quando sentiamo che per l’ex Italcementi si prospetta un recupero che prevede, pomposamente, 'commerciale qualificato' e 'polo del lusso', noi traduciamo in termini terra terra 'outlet' e di tutto abbiamo bisogno fuorché di un outlet nell’area della Bassa Padovana".

L'OPPOSIZIONE DELL'ASCOM. "Monselice non c’entra, ma in questi giorni di campagna elettorale amministrativa - continua Bertin - stiamo raccogliendo, in tutti i comuni dove domenica si andrà a votare, l’adesione totale alla nostra idea di 'basta centri commerciali'. Poi purtroppo, ad elezione avvenuta, riscontriamo spesso, ma non volentieri, che i sindaci cambiano idea in cambio di qualche aggiustamento della viabilità, di una palestrina, di una pista ciclabile che poi magari nemmeno viene realizzata. Ovviamente - precisa Bertin - all’Ascom non sono contrari alla riqualificazione di un insediamento che rischia di diventare un 'ecomostro destinato a rimanere per decenni sul territorio' (come scrive il sindaco di Monselice, Francesco Lunghi, nel documento presentato lunedì), ma contestano il fatto che le riconversioni debbano riguardare, sempre e comunque, il commercio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento