Venerdì, 14 Maggio 2021
Economia Fiera / Via Venezia, 17

Una storia imprenditoriale di successo: la famiglia Ceccato allarga i confini e salva 37 posti di lavoro

Ceccato Motors Srl, nata a Padova nel 2003, ha rilevato le concessionarie di Mestre e Legnaro rimaste "libere" dopo il fallimento di Motorsport e oltre ad aver reintegrato i dipendenti della vecchia gestione ha già effettuato tredici nuove assunzioni e ne prevede altre sette per i prossimi mesi

Foto di gruppo per la "famiglia allargata" di Ceccato Motors (foto Dino Juliani)

Questa è la storia di un'azienda padovana vincente. Ha da poco compiuto i suoi primi 15 anni di vita, eppure più che ricordare i (molti) successi passati e presenti preferisce guardare al futuro. E lo fa con giustificato ottimismo, forte del suo "asset" familiare. Coadiuvato dal socio Camillo Vitali, amministratore delegato dell’azienda, il "patron" Gianfranco è infatti affiancato nella sua missione dai figli Michele e Alessandro, rispettivamente responsabile commerciale e amministrativo. Il loro cognome? Ceccato. Ed è dal dicembre del 2003 che sono orgogliosamente in sella. Pardon, al volante...

Reintegri e nuove assunzioni

Tutto parte da un'occasione solenne: Ceccato Motors Srl, già presente a Padova e a Castelfranco Veneto, ha infatti ufficialmente inaugurato la sua nuova concessionaria BMW, Mini e BMW Motorrad in via Orlanda a Mestre. Si tratta di una riapertura, in quanto la struttura è stata rilevata dalla famiglia Ceccato nell’agosto del 2018 insieme alla sede di Legnaro in seguito al fallimento della gestione precedente (da parte di Motorsport). E tutto l'amore del presidente Gianfranco Ceccato per il suo lavoro è condensato in queste sue due frasi: «Mi piace pensare che con la nascita di questa nuova sede la nostra famiglia si sia allargata. Ci prenderemo cura anche di lei per farla crescere forte e in salute». Tutt'altro che frasi fatte, e basta continuare a leggere per capirne il motivo: con la duplice apertura di Mestre e Legnaro, la Ceccato Motors Srl non solo ha reintegrato 37 dipendenti della vecchia gestione, ma ha anche già effettuato tredici nuove assunzioni e ne prevede altre sette nei prossimi mesi.

Ceccato Motors 2-2

+25% di fatturato

Sommandoli fanno 57 posti di lavoro, che vanno così a completare una rete a maglia larga di 150 collaboratori che ha cuore pulsante a Padova. E che gode di ottima salute, visto che ha chiuso il 2018 con un entusiasmante +25% di fatturato rispetto all’anno precedente. Un dato che inorgoglisce Gianfranco Ceccato, il quale punta ancora più in alto: «Con le due nuove strutture di Mestre e Legnaro prevediamo di crescere ulteriormente del 40%. Ci aspettiamo che l’incremento provenga per il 30% dal territorio veneziano, da dove arrivano già i primi segnali di buona performance». Un segnale di ottimismo "in salsa veneta", che acquisisce ancora più valore considerata l’attuale difficile situazione economica e di mercato in cui versa l’intera filiera della mobilità. Aggiunge il presidente Ceccato: «Sono passati poco meno di sei mesi dal nostro arrivo a Mestre: le difficoltà iniziali non sono mancate ma, grazie anche alla fiducia che BMW Italia ci ha accordato, siamo riusciti a sciogliere tutti i nodi. Abbiamo intrapreso questa nuova sfida con entusiasmo e siamo onorati di poter mettere tutta la nostra esperienza e professionalità al servizio di un territorio così importante per tutto il NordEst».

Ceccato Motors e Bmw Italia

Al suo fianco, un sorridente Andrea Gucciardi (direttore vendite BMW Italia) si congratula con l'intera famiglia: «L’inaugurazione di questa nuova sede è solo l’ultimo esempio degli ottimi risultati ottenuti dalla collaborazione tra BMW Group Italia e il gruppo Ceccato Motors, che oggi più che mai rappresenta un punto di riferimento per tutto il territorio. Un interlocutore capace di rispondere con forza ed efficacia alle esigenze dei clienti e del territorio, a cui desideriamo confermare tutta la nostra stima e fiducia così come accade peraltro da ormai 16 anni. Ci sono tutti i presupposti per scrivere altre pagine di successo, e noi saremo al loro fianco». I numeri snocciolati dal dottor Gucciardi, d'altronde, non possono che indicare un futuro roseo: gennaio 2019 verrà ricordato come l’inizio anno più favorevole di tutti i tempi, con più di 170mila vetture BMW, Mini e Rolls-Royce vendute nel mondo, di cui 6.437 vetture in Italia (4.894 delle quali a marchio BMW) con un incremento di quasi due punti percentuali malgrado il calo del mercato premium del 11,4%. Il BMW Group, inoltre, è da sempre attento alle tematiche di sostenibilità ambientale: ha lanciato nel 2013 la prima vettura a trazione completamente elettrica del gruppo (la BMW i3) e gioca un ruolo di leadership a livello globale della mobilità elettrificata, con oltre 140mila vetture consegnate nel 2018 e una quota di mercato del 9% a livello globale. Un dato che si alza ulteriormente se ci si riferisce esclusivamente al nostro Paese: i modelli elettrificati a marchio BMW i, BMW e Mini immatricolati nel 2018 sono stati 2.359, quasi il doppio dell’anno precedente, sufficienti a dare al Bmw Group (intenzionato a produrre entro il 2025 ben 25 nuovi modelli di cui 12 totalmente elettrificati) una quota del 25% del mercato del nostro Paese. Il tutto aspettando le prossime uscite, a partire dalla nuova Serie 3 fino ad arrivare al Suv X7.

Ceccato Motors 3-2

Il party di inaugurazione

E per celebrare l’apertura ufficiale della sede di Mestre, venerdì primo marzo si terrà una grande serata proprio negli spazi della nuova struttura. Gli invitati all’evento avranno la possibilità di incontrare Alex Zanardi, pilota italiano e ambasciatore BMW, ospite d’onore della serata, oltre che ammirare in anteprima le più recenti novità della gamma BMW, tra cui la Nuova BMW Z4 che aggiunge un capitolo inedito alla lunga storia di vetture sportive del marchio tedesco.

Ceccato Motors Racing Team

A completare il quadro delle tante novità, confermando l’entusiasmo con cui l’azienda veneta approccia le nuove sfide, è l’annuncio della nascita della Ceccato Motors Racing Team: il Gruppo infatti ha scelto di rilevare la prestigiosa scuderia automobilistica Roal Motorsport, fondata da Roberto Ravaglia attuale responsabile e coordinata da Luigi Slongo in qualità di direttore sportivo, ed investire su di essa facendo scendere in pista, già nel 2019, accanto alla BMW M6 GT3 anche una nuova agguerritissima BMW M4 in Campionato GT4, entrambe esposte per l’inaugurazione all’ingresso nella nuova sede Ceccato Motors Mestre.

Ceccato Motors 4-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una storia imprenditoriale di successo: la famiglia Ceccato allarga i confini e salva 37 posti di lavoro

PadovaOggi è in caricamento