"Padova non si ferma" - Lettera aperta del presidente di Confapi Padova Carlo Valerio alle imprese

Le parole d’ordine, oggi e domani, dovranno essere “fiducia” e “serietà”. E lo sottolineo con forza, proprio perché la situazione che stiamo vivendo non solo nel nostro territorio, ma nell’intero mondo, non ha precedenti

Riceviamo a pubblichiamo la lettera aperta alle imprese del Presidente di Confapi Padova Carlo Valerio:

Fiducia e serietà!

Le parole d’ordine, oggi e domani, dovranno essere “fiducia” e “serietà”.

E lo sottolineo con forza, proprio perché la situazione che stiamo vivendo non solo nel nostro territorio, ma nell’intero mondo, non ha precedenti e ci ha fatti scivolare in un precipizio che è emotivo ancor prima che sanitario.

Lo spavento e la scarsa preparazione e consapevolezza dei fatti hanno generato paure, che poi si sono riflesse nell’immagine della nostra Italia veicolata nel mondo, a volte con inaccettabilmente perfida malizia.

Sì, siamo imprenditori, abbiamo gli strumenti e l’esperienza per fronteggiare le crisi della domanda che periodicamente si presentano sui mercati.

È l’attuale crisi dell’offerta a preoccuparci: la produzione è rallentata dalla scarsità di materie prime e semilavorati, dalla difficoltà negli approvvigionamenti e dai limiti alla libera circolazione delle persone. Si stanno interrompendo le catene di fornitura e le filiere produttive per un effetto domino fuori dal nostro controllo.

Affrontiamo qualcosa di completamente inedito. Mai come ora si è reso plasticamente evidente che i mercati di tutto il mondo sono indissolubilmente interconnessi, con buona pace della superficiale visione “faccio tutto io, da solo…”. Di fronte a tutto questo servono risposte, sistematiche. E servono subito. L’orizzonte del futuro si restringe a pochi giorni.

Dall’Europa ci attendiamo coerenza con i suoi principi fondativi. “Rafforzare la coesione economica, sociale e territoriale e la solidarietà tra gli Stati membri” non può essere uno slogan, oggi è il momento, forse l’ultimo utile, per dimostrarlo.

Dal sistema legislativo ci aspettiamo l’emanazione di una normativa transitoria d’urgenza che tenga presente i fattori che regolano la vita delle nostre imprese, aiutando a dirimere la coltre di incertezza che circonda il fare impresa ai tempi del Covid19.

Dal Governo nazionale ci aspettiamo l’immediato inizio delle opere progettate e finanziate ma ancora incredibilmente bloccate, ci aspettiamo interventi attraverso fondi strutturali e misure ad hoc per incentivare, in modo diretto e indiretto, le piccole imprese, allargando gli asfittici orizzonti dei primi provvedimenti presi.

Carlo Valerio

Presidente di Confapi Padova

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Femminicidio nella notte a Cadoneghe: uomo uccide la moglie a coltellate

  • Coronavirus, Zaia: «Ricoveri in ospedale, tutte le province venete in Fase 5 tranne Padova»

  • «Mi sono addormentato a casa della mia ragazza»: multa di 400 euro per il fidanzato ritardatario

  • Il Covid si porta via a 67 anni lo storico pasticcere di Mestrino. Morto anche un giovane professore

  • Zaia: «Ecco la nuova ordinanza. Ridotta capienza nei negozi e nei centri commerciali»

  • Paolo Mocavero condannato, Roberto Baggio vince anche in tribunale

Torna su
PadovaOggi è in caricamento