rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Economia

Licenziamenti Federveneta, le organizzazioni sindacali sospendono le trattative

Assemblea generale di tutte le Bcc del Veneto con presidio davanti alla Federazione Veneta prevista per venerdì 17

L’incontro richiesto con termini di urgenza dalle organizzazioni sindacali e avvenuto giovedì pomeriggio con Federveneta non ha portato a nessuna soluzione sul caso di licenziamento di due dipendenti avvenuto a fine settembre. Anzi è stato grande il nostro sconcerto nel riscontrare come all’incontro non fosse presente nessun membro della presidenza, nessun rappresentante del Cda, della commissione sindacale o della direzione generale di Federveneta, soltanto l’ufficio sindacale e i legali.  

I LICENZIAMENTI.

"Questo atteggiamento di Federveneta ci preoccupa moltissimo", dichiarano le segreterie regionali e i coordinamenti regionali delle Bcc del Veneto, "ci preoccupa la superficialità con cui intende affrontare un problema gravissimo come i licenziamenti. Ma ci preoccupa ancor di più cosa potrebbero scatenare questi licenziamenti se non vengono revocati: nessun Collega di Bcc avrebbe più la garanzia del suo posto di lavoro. Federveneta non riconosce gli obblighi assunti con la sottoscrizione dell’accordo di ottobre 2015 per il salvataggio dell’ex Banca Padovana, e ha unilateralmente licenziato i due dipendenti senza aprire alcuna procedura sindacale come previsto dal contratto di lavoro. E ci dichiara di non avere nessuna intenzione di revocare tali licenziamenti. Abbiamo il timore che la volontà di Federveneta rappresenti la nuova linea di gestione delle ricadute occupazionali in regione, e a queste condizioni le Organizzazioni Sindacali non ci stanno e si oppongono con ogni forza"

LA TRATTATIVA.

"Stante la gravità della situazione, è stata organizzata un’assemblea generale di tutte le Bcc del Veneto con presidio davanti alla Federazione Veneta per il giorno venerdì 17 novembre, dalle ore 11 fino al termine dell’orario di lavoro. Contiamo sulla massima solidarietà e adesione dei colleghi alle iniziative predisposte. I diritti si mantengono anche con la lotta. E il posto di lavoro è la cosa più preziosa che abbiamo, la cosa più importante per cui dobbiamo lottare. Non possiamo più stare a guardare, dobbiamo ognuno fare la nostra parte. Le Organizzazioni Sindacali Regionali hanno temporaneamente sospeso ogni altra trattativa in corso", concludono i sindacati.
 
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Licenziamenti Federveneta, le organizzazioni sindacali sospendono le trattative

PadovaOggi è in caricamento