menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il mercato immobiliare padovano torna a crescere: aumentano anche gli investimenti

Segnali confortanti, con una spinta che favorisce sia chi acquista che ci cerca di vendere. La Guizza, economica e ben servita, tra le zone più ambite, sprofonda il quartiere Arcella

Il mercato immobiliare in città mostra qualche timido segnale di ripresa: come riporta Il Gazzettino, a Padova sono in lieve aumento gli acquisti grazie a una serie di fattori che favoriscono acquirenti e venditori.

Dinamiche positive

Michele Ferrari, presidente di Anama (associazione nazionale degli agenti e dei mediatori d'affari legata a Confesercenti), spiega alla stampa locale che il costo degli immobili è in continuo calo (0,8%) sia in città che in provincia e ha dato una scossa decisiva alla riattivazione del mercato dopo la drammatica crisi degli ultimi anni.

Acquisti e investimenti

Il trend positivo è innescato dall'aumento della domanda, grazie anche alla convenienza attuale dei mutui, concessi dalle banche con relativa facilità, e al costo ormai notevolmente basso di case e appartamenti. La novità riguarda non solo il tipo di immobile prescelto, ma anche l'intento d'acquisto: mentre prima chi ne aveva la possibilità acquistava per lo più grandi metrature per sistemarvisi definitvamente, ora si compra anche per investire, magari scegliendo immobili più piccoli da affittare.

Le zone

In grande crescita la domanda in zona Guizza, ben servita, con varie tipologie di immobile, a basso tasso di criminalità e con costi decisamente invitanti (1.172 euro al metro quadro). Secondo un'indagine di Borsinoimmobiliare, in centro storico i prezzi più alti si riscontranno tra le riviere e via XX Settembre (2.767 euro), mentre Carmine, Savonarola, riviere Esterne, porta San Giovanni, Città Giardino, Santa Giustina, Santo e Santa Sofia seguono con 2.387. Più abbordabili Portello (1.866 euro), Madonna Pellegrina, S. Rita, Nazareth e Sant'Osvaldo (1.669), ma anche San Gregorio, Terranegra e Forcellini (1.642). Palestro e Sacra Famiglia si assestano a 1.563 euro, decisamente più basse le zone Stazione, Scrovegni, corso del Popolo e Fiera con 1.429 euro. Fanalino di coda per Borgomagno e prima Arcella, i cui prezzi molto bassi (in media 1.162 euro al metro quadro) risentono della situazione di degrado. Gli immobili sono spesso di buona qualità e varietà, spiega Michele Ferrari alla stampa, ma il quartiere risente della criminalità diffusa e della carenza di servizi rispetto a un tempo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Come fare una manicure semipermanente in casa senza l’uso della lampada

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento