rotate-mobile

Il Ministro dell'economia Daniele Franco al Bo: ««L'unica certezza è l'assenza di certezza»

«Prima degli ultimi eventi si preannunciava una ripresa a ritmo sostenuto, la Commissione Ue prevedeva per l'Italia un tasso del 4%. Ma la crisi ucraina e il costo di energia. e manodopera hanno portato a un deterioramento di queste prospettive»

Il Ministro Daniele Franco è intervenuto al Bo in occasione del Convegno che si è tenuto la mattina del 1 aprile in Aula Magna. Una iniziativa per celebrare i trent’anni della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo alla presenza del Ministro dell’Economia e delle Finanze, ma che fa anche parte delle celebrazioni per gli ottocento anni dell'Università di Padova. L'intervento del ministro non ha certo rassicurato, visti i contenuti, ma la scelta del tono con cui sono stati esposti lascia spiragli di speranza. 

Ha parlato inevitabilmente del Def della prossima settimana: «La crescita verrà rivista significativamente, con valori più bassi». La crisi ucraina sta condizionando tutte le scelte: «Prima degli ultimi eventi si preannunciava una ripresa a ritmo sostenuto, la Commissione Ue prevedeva per l'Italia un tasso del 4%. Ma la crisi ucraina e il costo di energia. e manodopera hanno portato a un deterioramento di queste prospettive». Così ha sancito, con un'affermazione che già da sola è "un titolo", che di fatto si naviga a vista: «L'unica certezza è l'assenza di certezza. Non sappiamo quando finirà il conflitto e ciò pesa molto sulla nostra economia». Ci tiene a sottolineare un aspetto: «Prima dell'aumento del costo dell'energia stavamo crescendo bene, nel 2020 avevamo recuperato 6.6 punti, gli investimenti pubblici erano aumentati del 17% recuperando quando era stato perso». Esce anche una considerazione su come ci si è arrivati qui, anche senza Covid e senza conflitti sull'uscio di casa: «Usciamo da 25 anni di crescita modesta. Abbiamo perso molte posizioni rispetto ad altri paesi». Tra le tante cose dette, forse una più di tutte va sottolineata: «La pandemia ci ha ricordato l'importanza dello Stato nella gestione delle emergenze dal punto vista sanitario. Ma sarà importante riflettere sul suo ruolo futuro. Lo Stato è un presidio, ma non dobbiamo scordarci i motivi per cui nel passato abbiamo liberalizzato molte attività». 

Sullo stesso argomento

Video popolari

Il Ministro dell'economia Daniele Franco al Bo: ««L'unica certezza è l'assenza di certezza»

PadovaOggi è in caricamento