Economia Fiera / Via Niccolò Tommaseo, 59

Fiera di Padova, firmato il nuovo contratto integrativo

Il nuovo accordo prevede nuove modalità di gestione e programmazione delle ferie, l’istituzione della banca ore, l’introduzione dei buoni pasto e un piano welfare aziendale che possa aumentare il salario disponibile dei lavoratori senza aggravi dal punto di vista dei costi per l’azienda

Nel tardo pomeriggio di mercoledì 15 gennaio si è chiuso il percorso negoziale per il rinnovo del Contratto Integrativo della Fiera di Padova.

Il contratto

Il nuovo accordo prevede nuove modalità di gestione e programmazione delle ferie, l’istituzione della banca ore, l’introduzione dei buoni pasto, e un piano Welfare aziendale che possa aumentare il salario disponibile dei lavoratori senza aggravi dal punto di vista dei costi per l’azienda, oltre alla reintroduzione di un premio di risultato legato ad obiettivi di performances aziendali. Dichiara Marco Bodon, segretario generale della Fisascat Cisl Padova Rovigo: «Crediamo che questo nuovo contratto integrativo non solo darà soddisfazioni dal punto di vista economico alle lavoratrice ed ai lavoratori della Fiera, ma contenga anche strumenti utili alla direzione aziendale per programmare al meglio l’attività lavorativa durante l’anno, con conseguenti risparmi ovvero efficientamento delle risorse». I dipendenti hanno già approvato in assemblea a dicembre scorso l’impianto del testo, e dopo aver raccolto riflessioni e suggerimenti dagli stessi, si è proceduto quindi alla stesura finale del testo e relativa sottoscrizione, con decorrenza dal primo gennaio 2020. Prosegue Bodon: «Ovviamente questo non è che un nuovo punto di partenza, l’arrivo di una tappa e la partenza di una nuova per usare metafore da "giro d’Italia" e di sicuro la sfida che aspetta l’azienda ed i soci  pubblici è grande, ma l’impegno dei lavoratori è sempre al massimo.  In questi mesi abbiamo anche condiviso altre scelte, come il forte impegno alla formazione del personale che la direzione sta facendo partire: nuove sfide richiedono per forza nuove conoscenze e nuovi stimoli. Di sicuro al momento ci stiamo confrontando mi maniera serie e pragmatica, e mi sento di poter esternare la soddisfazione da parte anche di tutti i dipendenti oltre che al dottor Veronesi, direttore generale, anche ai soci pubblici, cioè al sindaco Giordani ed al presidente Santocono». Nei prossimi mesi previsto un nuovo incontro con la Fiera di Padova per la stesura del protocollo legato all’istituzione del "premio di risultato" oltre che all’attuazione del piano di welfare aziendale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiera di Padova, firmato il nuovo contratto integrativo

PadovaOggi è in caricamento