Venerdì, 14 Maggio 2021
Economia

Oktoberfest: "Birra estera e minori ubriachi. Sindaco, che cosa si fa?"

Dal 20 al 28 settembre, i padiglioni di Padova Fiere ospiteranno l'attesa kermesse, che annuncia "birra a fiumi". Appe ha scritto una lettera all'amministrazione comunale: "Come controllerete migliaia di giovani?"

Appe Padova ha inviato una lettera all'amministrazione comunale di Padova. Nel mirino dell'associazione, l'Oktoberfest, la kermesse che aprirà i battenti sabato 20 settembre nei padiglioni di Padova Fiere.

"BIRRA A FIUMI". "Recentemente il comune di Padova, con l’impegno diretto, in prima persona, del signor sindaco, ha emanato delle chiare disposizioni di contrasto all’abuso di alcolici, soprattutto da parte dei minorenni - esordisce la missiva - ci chiediamo se, durante la manifestazione in oggetto, tali disposizioni saranno pienamente rispettate e come sarà possibile controllare il comportamento di migliaia e migliaia di giovani, di cui sicuramente molti saranno minorenni. Dovremo forse attendere di leggere nei giorni successivi il classico 'bollettino di guerra' sui quotidiani locali? Lo slogan della rassegna che campeggia su tutti i cartelloni è  'birra a fiumi' - sottolinea Matteo Toniolo, consigliere di presidenza Appe - ci chiediamo quale possa essere la valenza di una rassegna di questo genere, che per di più valorizza birre estere. Siamo di fronte ad una situazione per cui una rassegna estemporanea si mette in concorrenza con pub e birrerie che invece rimangono aperti tutto l'anno, pagano tasse, plateatici e dipendenti per 12 mesi l'anno, e poi nei periodi clou, come appunto quello della fine di settembre, si vedono spuntare come funghi concorrenti su cui sarà difficile condurre i controlli a cui un normale locale pubblico è invece assoggettato".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oktoberfest: "Birra estera e minori ubriachi. Sindaco, che cosa si fa?"

PadovaOggi è in caricamento