Olio d'oliva minacciato dai falsi, Coldiretti: "Una legge per difenderlo"

Sabato prossimo, 16 giugno, a Montegrotto Terme, alle ore 11 in piazza Roma, Coldiretti Padova incontrerà i deputati e i senatori padovani per sostenere il disegno di legge “Norme sulla qualità e la trasparenza della filiera degli oli di oliva vergini”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

L’olio d’oliva, quello autentico e saldamente legato al territorio d’origine, come il nostro olio extravergine dei Colli Euganei, eccellenza dell’agroalimentare padovano, è minacciato da prodotti, di solito provenienti dall’estero, di scarsa qualità e di valore modesto, spacciati però come olio d’oliva, con gravissimo danno per il vero “made in Italy”.

Da tempo Coldiretti è impegnata in un progetto di tutela e valorizzazione della qualità e della trasparenza della filiera degli oli di oliva vergini, sul quale intende coinvolgere i rappresentanti istituzionali denunciando i rischi di frode, sofisticazione, contraffazione e concorrenza sleale verso i prodotti nazionali. Da qui l’iniziativa a sostegno del disegno di legge “Norme sulla qualità e la trasparenza della filiera degli oli di oliva vergini”, presentato da tempo in Senato, sul quale Coldiretti Padova chiede l’impegno di tutti i parlamentari padovani.

Sabato prossimo, 16 giugno, a Montegrotto Terme, alle ore 11 in piazza Roma, Coldiretti Padova incontrerà i deputati e i senatori padovani per illustrare i dettagli dell’iniziativa e per chiedere il sostegno della proposta di legge, un primo passo per tutelare anche il nostro olio extravergine dei Colli Euganei.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento