menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Alessandra Polin

Alessandra Polin

Open Innovation Day: l'economia riparte da Startup e tecnologie digitali

Creare un ecosistema che connetta settori maturi e imprese innovative, mondo della ricerca, venture capital e industria

Accelerare la lenta (ma costante) marcia di avvicinamento delle aziende verso quei soggetti, le startup, che possono garantire loro freschezza e velocità di idee per l’adozione di tecnologie digitali 4.0, soprattutto in questa fase di delicata ripartenza. Creare un ecosistema che connetta settori maturi e imprese innovative, mondo della ricerca, venture capital e industria, innescando una contaminazione virtuosa che trasformi lo shock da pandemia nel coraggio di innovare.

Webinar

È il senso ultimo dell’evento webinar Open Innovation Day del Gruppo Giovani Imprenditori di Assindustria Venetocentro, in programma martedì 1 dicembre, dalle ore 15.00 in collaborazione con UniCredit. Un incontro virtuale che connette idealmente aziende, settori e territori, raccontando giovani imprese che non si sono fermate. Grazie alla propria spinta ideativa. L’innovazione, appunto. Che resta la principale arma a disposizione delle imprese in chiave competitiva, in tempi normali e a maggior ragione nell’era del Covid. Innovazione che permette ad esempio a giovani startup di interfacciare il mondo fisico degli oggetti (robot, sensori, macchine) con il mondo digitale (algoritmi, database, software), così come di lavorare con i dati utilizzando sia blockchain sia IoT per implementare nuovi modelli organizzativi. Innovazione che dopo aver patito il lockdown, inizia a ripartire anche dal basso. Come testimonia il rapporto Mise sulle startup innovative nel terzo trimestre 2020, che consolida il Veneto terza regione (1.008, 8,4% del totale nazionale), dietro Lombardia e Lazio, e tra le province issa Padova al sesto posto (279), Treviso al quindicesimo (173) per startup giovani e dinamiche in grado di generare fatturato e occupazione attraverso le nuove tecnologie.

Open Innovation

All’impresa che riparte, grazie alle sue capacità innovative, è dedicato l’Open Innovation Day aperto dal saluto di Alessandra Polin, Presidente Giovani Imprenditori di Assindustria Venetocentro e Daniele Cesaro, Responsabile Corporate Business Nord Est di UniCredit. Seguirà la conversazione con Francesca Perrone Responsabile Start Lab & Development Programs di UniCredit, Roberto Santolamazza Direttore di t²i, Emiliano Fabris Direttore di Galileo Visionary District, condotta da Luca Barbieri Co-founder Blum. Cinque startup italiane, selezionate nell’ambito di UniCredit Start Lab, la piattaforma di business rivolta a startup e Pmi innovative ad alto potenziale tecnologico, che offrono piattaforme e servizi ad alto contenuto di innovazione digitale in numerosi ambiti di applicazione, si presenteranno con un pitch a imprese e potenziali investitori: EcoSteer (Bolzano), Datasoil (Padova), Rulex (Genova), Prorob (Padova), Zerynth (Pisa). Al termine spazio per incontri di networking one-to-one. Nel corso del webinar sarà proclamato il vincitore del Premio Startup “Luciano Miotto” 2020 istituito nel 2018 da t²i - Trasferimento Tecnologico e Innovazione, assegnato alla startup innovativa a maggior potenziale di crescita del territorio e consegnato da Alessia Miotto Vicepresidente di Imesa.

Sguardo al futuro

«Nell’attuale difficile congiuntura - dichiara Alessandra Polin, Presidente Giovani Imprenditori di Assindustria Venetocentro - occorre rivolgere lo sguardo al futuro e alle sfide che attendono le imprese nella fase di ripartenza. Il Covid ha segnato un punto di svolta, facendo capire a tutti che l’innovazione e le tecnologie digitali sono state strategiche nell’emergenza e saranno un volàno per la ripresa e il rilancio dell’economia. La capacità di adattamento e il potenziale di innovazione che caratterizzano le startup, possono rappresentare un valore aggiunto in un contesto mai sperimentato prima, come quello che stiamo vivendo. Come Giovani di Assindustria Venetocentro vogliamo continuare a incoraggiare l’innovazione tecnologica, la contaminazione tra aziende e comparti maturi e imprese innovative e la creazione di nuove startup anche in questa difficile fase dell’economia, rafforzando così un ecosistema che, grazie a processi di open innovation, può alzare il tasso di innovazione del nostro territorio e del Paese».

Innovazione

«Riteniamo che oggi più che mai l’innovazione sia la chiave di volta per innescare nuovi percorsi di crescita e di sviluppo - dichiara Daniele Cesaro, Responsabile Corporate Nord Est di UniCredit - un’occasione da sfruttare in quanto capace di mutare il rapporto tra organizzazioni e persone, imponendo ritmi che richiedono un’immediata capacità di risposta a tutti i livelli dell’azienda. In questi anni come UniCredit non ci siamo limitati a sostenere gli investimenti in innovazione interna al nostro Gruppo ma anche a beneficio delle imprese nostre clienti, promuovendo quell’innovazione dal basso di cui protagoniste principali sono le startup. Lo abbiamo fatto con un programma di accelerazione ad hoc, “UniCredit Start Lab”, che ci ha portato a supportare 350 startup, selezionate tra poco meno di 5mila progetti. Con questo evento di open innovation vogliamo far incontrare il nostro ampio network di imprese con una platea di startup selezionate, nella convinzione che possano così nascere opportunità e soluzioni utili per tutti i soggetti coinvolti».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento