Mercoledì, 19 Maggio 2021
Economia

Padova tra le città universitarie meno care d’Italia

Per chi decide di studiare (o lavorare) lontano da casa vivendo in affitto ci sono dei veri e propri dazi da pagare. L'affitto medio di una singola in Italia è di 380 euro, mentre per una doppia se ne chiedono 280. Nello studio di Immobiliare.it, Padova si è piazzata fra le città con gli affitti più bassi

Con l’arrivo di settembre l’aria di vacanza e spensieratezza lascia il posto ai doveri, anche per i più giovani che sono alle prese con il primo anno all’università o con la partenza per la città dove hanno deciso di studiare. Immobiliare.it ha analizzato i prezzi delle stanze in affitto nelle principali città universitarie italiane che attirano i numeri più alti di studenti che si allontanano da casa per il bene del loro futuro.

Il prezzo medio dell’Italia è di 380 euro per una stanza singola e di 280 euro per un posto letto in doppia. Andando nello specifico delle singole città, Milano è risultata quella con i prezzi più cari da pagare se si vogliono frequentare le sue prestigiose università, seguita da Roma. Per chi cerca casa a Padova, avendola scelta come città in cui studiare o lavorare, è bene sapere che i prezzi sono fra i più bassi registrati: per una singola servono 260 euro, per una doppia ne servono 190. Costi battuti soltanto da Palermo e Catania, le due città in assoluto più economiche.

Alcune curiosità sono emerse dall’indagine di Immobiliare.it: ad esempio, nel 14% degli annunci il proprietario di casa dichiara di vivere nell’immobile e di voler dividere il suo appartamento. Se si vuole conoscere l’identikit dell’inquilino perfetto, questo deve essere preferibilmente una donna di età inferiore ai 35 anni e senza animali domestici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Padova tra le città universitarie meno care d’Italia

PadovaOggi è in caricamento