Giovedì, 17 Giugno 2021
Economia

Scuola Italiana Design ed Euronda insieme per crescere sui mercati globali

Euronda, tra i leader globali nel settore dei dispositivi medici monouso e sistemi per la sterilizzazione legati al mondo dentale affida a Scuola Italiana Design un progetto di vision strategica dello sviluppo del marchio e dell'advertising

Renato Basso, presidente e Ad di Euronda

Un fatturato aggregato di gruppo di 65 milioni di euro. E un piano di investimenti nel 2019 da quasi 3 milioni di euro: Euronda, tra i leader globali nel settore dei dispositivi medici monouso e sistemi per la sterilizzazione legati al mondo dentale, punta alla Ricerca e Sviluppo, all'innovazione di processo 4.0 ma pure ad un percorso di sviluppo dell'immagine di marca e del marketing che vede come partner la Scuola Italiana Design del Parco Scientifico e Tecnologico Galileo Visionary District di Padova, società a capitale misto pubblico-privato e consolidato punto di riferimento dell'innovazione per l'intero sistema delle imprese del Nordest e non solo.

Partnership

Anche grazie al rinnovo di questa partnership Euronda, società di Sandrigo (Vicenza), guarda al prossimo futuro con la forza e l'entusiasmo di un azienda che ha saputo investire in sostenibilità, innovazione di prodotto e qualità puntando, nel 2020, a raggiungere e superare il fatturato soglia dei 70 milioni di euro. E mentre il gruppo lavora ad un 2020 che vedrà l'attivazione di nuovi investimenti in Russia, Stati Uniti e Cina, tre mercati dove l'azienda è presente da tempo ma che vuole consolidare ulteriormente, 50 ragazzi del 3 anno del corso di Design e Comunicazione del Prodotto di Scuola Italiana Design lavoreranno assieme a Chiara Grandesso, Alessandro Busana, Giulia Turra e Andrea Busato, i 4 docenti di Sid che saranno Project Leader del Master dedicato ad Euronda. A loro il compito di osservare l'azienda e le sue linee di prodotto (Monoart, Pro-System e Alle) in maniera giovane, decondizionata e con una tensione positiva verso il futuro, attraverso il format del Master Project. Uno strumento che Sid porta avanti dal 1991 e che oggi conta un portfolio di oltre 350 aziende partner dell'attività formativa.

Euronda

A un anno dal trasferimento nella nuova sede, (oltre 10 milioni di euro di investimento nell'innovativo stabilimento di 15 mila metri quadrati a Sandrigo a meno di 3 chilometri dalla vecchia sede a Montecchio Precalcino ormai troppo stretta) Euronda guarda al 2020 con tanti traguardi raggiunti e numerose novità. Tra queste l’upgrade di Pro System con le nuove termosigillatrici e la nuova autoclave Exl, l’ampliamento della linea Alle, i nuovi colori dei dispositivi monouso Monoart e il lancio di una nuova linea a basso impatto ambientale, presentata proprio in questi giorni. Per il 2020 il gruppo di Sandrigo, che esporta ogni anno oltre l'80% dei propri prodotti nell'ambito del settore dei dispositivi medici monouso e sistemi per la sterilizzazione legati al mondo dentale, è pronta a nuovi passi in avanti. L'azienda punta quindi sulla sostenibilità, sulla ricerca sui nuovi materiali monouso (anche grazie ad una consolidata collaborazione con l'Università di Padova e con Matech, la divisione Nuovi Materiali del Galileo Visionary District), sull'efficienza dei consumi, guardando all'evoluzione delle sue autoclavi per la sterilizzazione Pro System, sulla sicurezza del lavoro e sull'innovazione di processo. Ma Euronda ha pronto anche un importante piano di internazionalizzazione che mira a rafforzare la propria presenza sui mercati degli Stati Uniti, dove i prodotti di Euronda sono già distribuiti da uno dei maggiori operatori statunitense di settore, della Cina dove l'azienda è già presente dal 1989, e in Russia dove, con il nuovo anno, si getteranno le fondamenta di un nuovo sito produttivo del gruppo capace di rifornire un mercato locale consolidato e in ampia espansione.

I commenti

Spiega Renato Basso, presidente e Ad di Euronda: «Il rapporto con la Scuola Italiana Design nasce dalla volontà di continuare il percorso di investimento sui nostri brand, dando valore e contenuto alla nostra mission: it’s all about protection. Comunicare ciò che ogni giorno facciamo in azienda è per noi fondamentale in un mercato estremamente competitivo. Ma non è solo questo, fin dai primi anni 2000 ci siamo distinti per campagne comunicative totalmente innovative rispetto il settore medicale e vogliamo continuare ad essere un punto di riferimento. Ci è piaciuta fin da subito la possibilità di collaborare con il SID perché è una Scuola del territorio, perché crediamo nella forza dei giovani e delle loro idee e perché la sentiamo integrata nella realtà veneta». Dichiara entusiasta Emiliano Fabris, direttore del Galileo Visionary District: «Siamo orgogliosi del prosieguo di questa partnership con Euronda, azienda con cui il Galileo collabora oramai da 2 anni perché rappresenta un'occasione unica e irripetibile per i nostri studenti per portare design thinking e design strategy in settori inusuali quali quello del dentale. Ed è ancora più gratificante poterlo fare al fianco di Euronda un'azienda che da sempre ha sposato il fatto di portare arte e creatività nei propri prodotti, in una costante ricerca di un bello che sposa alla perfezione innovazione e funzionalità e standard produttivi di eccellenza».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola Italiana Design ed Euronda insieme per crescere sui mercati globali

PadovaOggi è in caricamento