Martedì, 16 Luglio 2024
(nessun video da visualizzare)

La protesta dei Rider di MyMenu: «Negati i diritti più elementari»

«I lavoratori che hanno aderito alle due giornate di sciopero sono finiti sotto la minaccia di vedersi tolti servizi e turni già concordati»

La mattina del 17 Marzo a Padova, dalle ore 11 sotto Palazzo Moroni, i Riders che lavorano per MyMenu, piattaforma di Food Delivery nata a Padova e oggi presente in diverse città, recentemente acquistata dal Gruppo Pellegrini, hanno dato appuntamento alla stampa per spiegare i disagi e le difficoltà alle quali sono sottoposti. «Dopo due iniziative di sciopero - spiegano delegati Adl Cobas e lavoratori - nelle scorse settimane, legati ad aspetti contrattuali, crediamo sia arrivato il momento di evidenziare come l'azienda neghi i più elementari diritti». Inoltre, fanno notare, «l'azienda non riconoscendo l'organizzazione sindacale, Adl Cobas, che conta una decina di iscritti tra i lavoratori si oppongono a ogni incontro nonostante le tante richieste. Inoltre i lavoratori che hanno aderito alle due giornate di sciopero sono finiti sotto la minaccia di vedersi tolti servizi e turni già concordati». Altro punto critico riguarda il diritto alla sicurezza sul lavoro, nello specifico i pericoli a cui si può andare incontro percorrendo strade e vie spesso molto trafficate, in bicicletta. 


 

Video popolari

PadovaOggi è in caricamento