Rifiuti elettronici, scatta la rivoluzione nella raccolta: ecco i nuovi Raee Shop

Dal 7 marzo sono arrivati ad Abano i contenitori automatizzati in grado di raccogliere piccoli elettrodomestici. La differenziata consente l’abbassamento della Tari del 13-15%

Sono arrivati ad Abano i RAEE Shop, le innovative stazioni ecologiche automatiche senza operatore che permettono di conferire gratuitamente i cosiddetti RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) di dimensioni più ridotte, come notebook, ferri da stiro, tostapane e asciugacapelli. A partire dal 7 marzo, i cittadini aponensi possono usufruire del nuovo servizio in tre punti del territorio: Piazza Mercato, via San Bartolomeo (zona Monterosso) e via dei Tigli (zona Giarre).

La novità

Una novità che farà bene all'ambiente e all'economia, perché si eviterà la dispersione di sostanze pericolose di cui i RAEE sono composti (es. piombo, mercurio, cadmio). Inoltre, si potranno avviare a recupero materie prime preziose completamente riutilizzabili come ad esempio plastica o ferro..

RAEE Shop: come funzionano

L’utilizzo dei RAEE Shop avviene con la CartAmbiente, già in uso nella zona centrale del Comune per il sistema-calotta. Il servizio sarà anche a disposizione anche delle famiglie servite dal porta a porta: è infatti in corso, a cura di AcegasApsAmga, la distribuzione delle tessere partita dalla frazione di Giarre (in questo caso, la card è abilitata al solo utilizzo di Ecoself e RAEE Shop, non per i cassonetti stradali, che rimangono riservati alla specifica modalità di raccolta). I RAEE Shop nascono per il conferimento di piccoli rifiuti elettronici come cellulari, caricabatterie, videocamere e piccoli elettrodomestici come frullatori, sveglie, regolatori di calore e videogiochi. In caso di RAEE più grandi (es. televisori), sarà necessario prenotare telefonicamente il ritiro domiciliare gratuito al Servizio Clienti Ambiente. Usare i RAEE Shop è semplice. Dopo aver premuto il pulsante di accensione accanto al display, sarà sufficiente avvicinare la tessera al lettore. Il display indicherà quale degli sportelli è stato sbloccato, una volta aperto, si potrà inserire il rifiuto all'interno (senza le eventuali batterie) e richiudere. GIARRE Via dei Tigli-2

Raccolta differenziata: trend positivo

Sulla scia di questa innovazione, il trend della differenziata si conferma decisamente positivo e ormai stabile, dall’introduzione dei nuovi servizi ambientali. A poco più di un anno dall’avvio del porta a porta nelle zone di cintura (dicembre 2016) e dal ridisegno delle isole stradali nel centro città con sistema-calotta (giugno 2017), i dati confermano il successo del modello di raccolta adottato. In particolare, dall’avvio a regime completo dei nuovi servizi avvenuto a maggio 2017 e fino a dicembre 2017, si è consolidato un dato medio di raccolta differenziata stabile al 77%. Un andamento che conferma con piena soddisfazione e con ben 2 anni di anticipo, il cuore del progetto dell’Amministrazione Comunale e della Multiutility, ovvero il raggiungimento entro il 2020 del 77% di raccolta differenziata, in coerenza con gli obiettivi del Piano Regionale Rifiuti. Per valutare la significatività del dato, è sufficiente un confronto con la percentuale media di raccolta differenziata dell’anno 2016, pari al 59%.

La carta spinge la differenziata

Una parte importante del trend positivo è stato determinato da carta/cartone, con un balzo di 40 tonnellate: è infatti salita dalle 61 di gennaio 2017 alle 101 tonnellate di gennaio 2018. Bene anche la frazione umida (sfalci e ramaglie e scarti da cucina), passata dalle 217 tonnellate di gennaio 2017 alle 240 tonnellate di gennaio 2018.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce dal garage con la Porsche e si maciulla una gamba: grave incidente per un assicuratore

  • Gioca 5 euro, ne incassa 500mila: colpaccio col "Gratta e Vinci" in provincia di Padova

  • Tra incredulità e gioia: al ristorante Radici di Padova si presenta Martin Scorsese

  • Gravissimo scontro tra un'auto e un camion: muore una donna di 52 anni

  • Tragedia sulle montagne trentine: morti due scalatori padovani

  • Tragedia al Portello: dalle acque del Piovego affiora un cadavere

Torna su
PadovaOggi è in caricamento