menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Reati contro le imprese padovane in aumento: 3 al giorno nel 2012

I dati dell'osservatorio della Confesercenti. Aumentati i furti e le truffe, in calo le rapine. Meno colpite le banche, ma impennata di furti nei negozi, nei cantieri e nei bar. Tra i più gettonati dai ladri anche i supermercati

Sono stati ben 1.084 gli atti criminosi contro le attività economiche censiti nella provincia di Padova nell'anno appena concluso, il 2012. Una media di 3 reati al giorno. Un aumento di 137 casi rispetto al 2011. "È il dato più elevato dal 2007 - commenta Nicola Rossi, presidente di Confesercenti Padova, il cui Osservatorio ha stilato il drammatico bilancio -  dopo una diminuzione quasi costante degli ultimi 4 anni".

REATI IN AUMENTO. Una netta inversione di tendenza rispetto all'andamento quasi decrescente registrato negli ultimi anni: nel 2011 i casi registrati erano 947, 937 nel 2010, 905 nel 2009, 947 nel 2008, 1017 nel 2007. I dati non si basano sulle denunce presentate agli organi di polizia ma sulle indicazioni e le segnalazioni di una rete di commercianti (28) distribuiti in tutto il territorio della provincia che raccolgono le notizie direttamente dal territorio oltre ai coordinatori a livello provinciale che coordinano queste segnalazioni con le notizie e le denunce.

I MESI E I COMUNI PIÙ GETTONATI DAI LADRI. Dei complessivi 1.084 reati censiti, il boom è stato registrato ad ottobre, con 127 atti criminali (il 12%), a seguire i mesi di novembre, settembre, marzo e prile, sempre sopra i 100 casi. Rispetto al territorio provinciale, più colpito risulta il comune di Padova (430 casi) e la cintura (286), segue con distacco l'Alta padovana con 158, quindi il Conselvano e il Piovese con 86, la Bassa con 72 e le Terme, 52. Il Comune che registra l'incidenza maggiore di reati ai danni delle attività commerciali in proporzione alla presenza di queste ultime sul territorio è Vigonza: con 230 attività, 28 atti criminali per una percentuale del 12,7%. Secondo Rubano, con 238 attività e 27 reati, pari all'11,3%. Terza Mestrino, con 119 attività e 12 reati, pari al 10,1%; quindi Limena, con 120 attività e 11 reati pari al 9,2%. Poi Padova: 3582 attività, 252 reati, pari al 7%. Negli altri principali comuni della provincia si va dal 4,8% di Conselve all’1,4% di Este passando attraverso il 4% di Monselice, il 3,3% di Camposampiero ed il 3,2% di Cittadella.

LE CATEGORIE PIÙ COLPITE. Le più colpite sono le aziende e il settore dell'edilizia (cantieri): 164 reati pari al 15,1%. Seguono i supermercati (il 14,5% dei reati provinciali nel 2012 si sono registrati qui), quindi i bar e i ristoranti (14%), gettonati dai ladri anche i negozi di abbigliamento (6,8%).

I REATI AL TEMPO DELLA CRISI. Nella maggior parte dei casi, i reati registrati riguardano furti (il 65,6%), con largo distacco le rapine (8,8%). Nel computo degli atti criminosi presi in esame rientrano anche i colpi non andati a buon fine, quindi i tentati furti (l'11,6%) e le tentate truffe (l'8%). "È un  chiaro segnale - dichiara Rossi - di come la crisi economica stia incidendo sui fenomeni criminosi che colpiscono le attività economiche. In sostanza ad entrare in azione non sono solo criminali specializzati ma soprattutto piccole bande sia straniere che italiane o in alcuni casi addirittura ladri solitari. A destare ulteriore preoccupazione è la qualità dei delitti commessi (piccoli furti, truffe anche di pochi euro) che documentano come sia in crescita il numero di chi è costretto a furtarelli per vivere (si pensi ai furti di qualche prodotto alimentare nei negozi e nei supermercati)".

TRA EFFICENZA E ALLARMISMO. "In questi ultimi anni si è particolarmente rafforzata l’azione delle forze dell’ordine con centinaia di arresti - aggiugen il presidente di Confesercenti - di denunce e di fogli di via, e di questi risultati và dato pieno merito alle forze dell’ordine, ai loro responsabili ed al loro crescente impegno. Purtroppo, nonostante questa efficienza, cresce l’allarmismo tra i cittadini e tra gli imprenditori".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento