Risultati positivi per le aziende che acquisiscono il marchio dell'Esercito

Raffaele Zanon, presidente di Professione Impresa, commenta la nuova linea Esercito di Ciak Roncato, frutto della collaborazione tra la forza armata e l’azienda padovana di valigeria

È la prima azienda veneta a ottenere il marchio Esercito Italiano ed è una realtà di cui la Regione può andare orgogliosa. Raffaele Zanon, presidente di Professione Impresa, commenta la nuova linea Esercito di Ciak Roncato, frutto della collaborazione tra la forza armata e l’azienda italiana di valigeria. La nuova collezione è stata presentata nella Biblioteca Militare Centrale di Palazzo dell’Esercito con il capo di Stato Maggiore generale di corpo d'armata Salvatore Farina; le sorelle Roncato Federica, Fabiana e Francesca, terza generazione della famiglia alla guida di Ciak Roncato; e Fausto Recchia, amministratore delegato di Difesa Servizi S.p.A.

Risultati

Un risultato importante raggiunto dalla nota azienda padovana associata al network di Professione Impresa. Perchè tutto parte dalla sede di Professione Impresa. E infatti, era un anno fa. La prima tappa della road map “Il marchio Esercito 1659: opportunità per l’impresa italiana” organizzata da Professione Impresa e in collaborazione con l’Ufficio Generale Promozione, Pubblicistica e Storia dello Stato Maggiore dell’Esercito si tenne proprio in Corso Stati Uniti nel cuore della zona industriale di Padova.

60 aziende

«L’incontro - aveva detto Zanon - al quale hanno partecipato oltre 60 aziende venete è stata una grande opportunità per conoscere le potenzialità offerte dalla concessione ai fini commerciali del brand Esercito 1659. Inoltre è stata un’occasione di verifica e confronto tra gli operatori economici, i manager di aziende e i responsabili Marketing dello Stato Maggiore dell’Esercito. Sono molto orgoglioso di questa realtà e di questo importante traguardo. Conscio che ce ne saranno altri che seguiranno l’esempio di Roncato. Costruiamo il futuro mettendo in sinergia i soggetti, enti, privati, amministrazioni. Dopo il Covid solo il gioco di squadra  potrà fare la differenza». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Roncato

Raffaele Zanon inoltre esprime una nota di particolare elogio alla famiglia Roncato. Durante l’emergenza è stata una delle poche aziende che ha continuato a lavorare, riconvertendo le borse per la collezione estiva in visiere per medici e infermieri per mantenere i livelli occupazionali e dare un sostegno alla collettività. «Del resto - continua Zanon – l’iniziativa proposta a diverse aziende dei distretti veneti incarna la nostra filosofia innovatrice: si può continuare ad avere risultati diversi, facendo sempre le stesse cose». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «La nostra super Bubi ha guadagnato un passaggio per il Paradiso»: Lavinia ci ha lasciati

  • Due padovane in difficoltà lungo la Strada delle 52 Gallerie: interviene il soccorso alpino

  • Coronavirus, positivi 5 bambini del centro estivo e 8 ragazzi tornati dalla vacanza in Croazia

  • Zaia, nuova ordinanza: «Tampone obbligatorio per chi rientra dall'estero in Veneto»

  • Violento schianto contro il palo della luce: guidatrice trasportata in ospedale

  • Mancato utilizzo della mascherina: chiusi per 5 giorni cinque bar della città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento