San Pellegrino investe a Padova? I colleghi di Bergamo sul piede di guerra

Secco no dei dipendenti dello stabilimento lombardo al piano societario della nota marca di bibite in bottiglia che prevede il potenziamento del sito produttivo a San Giorgio in Bosco. Motivo degli scioperi in corso, la preoccupazione di vedere chiuso il proprio impianto

San Pellegrino investe a Padova? “Non se ne parla”.

SECCO NO DEI LAVORATORI. I dipendenti dello storico impianto dell’azienda produttrice di bibite in bottiglia non vuole sentire parlare di nuovo piano societario che prevede il potenziamento dello stabilimento produttivo (con ben 300 dipendenti) in provincia di Padova, a San Giorgio in Bosco.

I MOTIVI. All’origine delle proteste dei circa 400 dipendenti dello stabilimento in provincia di Bergamo, in sciopero giovedì e venerdì e presto anche lunedì prossimo, la paura di vedere chiuso proprio il loro storico stabilimento.

PAURA INFONDATA? Una protesta che lascia interdette le sigle sindacali, convocate solo per il 24 ottobre, nonché i vertici dell’azienda convinti di tenere aperto lo stabilimento della Val Brembana come testimoniano anche le 58 assunzioni a tempo indeterminato avvenute negli ultimi due anni.

L'AMAREZZA DELL'AZIENDA. "Siamo profondamente amareggiati - afferma Stefano Agostini, presidente e amministratore delegato della Sanpellegrino - perché la proposta avanzata dall'azienda prevede investimenti su due siti produttivi italiani per cogliere delle opportunità di crescita nel mercato delle bibite. Una scelta importante, coraggiosa e in controtendenza rispetto all'attuale panorama economico ed industriale del nostro Paese. L'azienda ha tenuto a ribadire che lo stabilimento di San Pellegrino Terme riveste un ruolo strategico e di primaria importanza all'interno delle politiche aziendali. Una posizione confermata sia dai recenti investimenti effettuati sia dall'ulteriore impegno di stanziare altri fondi”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce dal garage con la Porsche e si maciulla una gamba: grave incidente per un assicuratore

  • Gioca 5 euro, ne incassa 500mila: colpaccio col "Gratta e Vinci" in provincia di Padova

  • Gravissimo scontro tra un'auto e un camion: muore una donna di 52 anni

  • Tragedia sulle montagne trentine: morti due scalatori padovani

  • Tragedia al Portello: dalle acque del Piovego affiora un cadavere

  • Le case vecchie invendute diventano splendide abitazioni ristrutturate. A costo 0

Torna su
PadovaOggi è in caricamento