menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scade anche a Padova l’obbligo di montare pneumatici invernali

Il 15 aprile scorso è terminato il periodo nel quale, in base alle ordinanze sulla circolazione, si imponeva l'obbligo di montare pneumatici invernali anche al centro di Padova in caso di neve; ora scade anche il mese di proroga, e perciò gli automobilisti patavini devono fare attenzione alle scarpe che indossa la propria vettura.

Aveva fatto discutere, nel mese di gennaio, l’ordinanza del Comune di Padova con la quale si varava un provvedimento drastico e cautelativo, ovvero l’imposizione di montare gomme da neve o le catene per circolare anche al centro della città, che si aggiungeva a quanto già previsto per autostrade, grandi direttrici di Veneto Strade e per le strade dei Colli. Una scelta motivata, nell’immediato, anche dalla nevicata che aveva colpito la città, e che poi è stata leggermente modificata, con una correzione che limitava l'obbligo solo alle giornate di neve.

Arriva la primavera. Come abbiamo visto, poi, l’inverno è filato via veloce e senza troppe precipitazioni, ed è così arrivato il 15 aprile, termine in cui per legge si deve effettuare il cambio stagionale delle gomme; in realtà, il Codice della Strada offre un periodo di tolleranza di un mese, che scade dunque proprio in questi giorni, per sostituire il treno di invernali con pneumatici estivi, più adatti al clima che stiamo vivendo. Una precisazione importante, ma non sempre rispettata: secondo i risultati dell’ultima campagna “Vacanze Sicure”, tradizionale appuntamento informativo a cura del Ministero dell’Interno, del Servizio di Polizia Stradale e di Assogomma (Associazioni dei produttori e dei rivenditori di pneumatici), infatti, in Italia sono sempre più numerosi gli automobilisti che per sbadataggine o incuria non si mettono in regola.

Fuori stagione. Nello specifico, nel corso degli oltre novemila controlli effettuati nei mesi di maggio e giugno 2015 dalla Polizia Stradale in alcune regioni selezionate, quasi due vetture su dieci non rispettavano gli obblighi relativi alle gomme; vale a dire che il 18 per cento degli automobilisti monta ancora gomme invernali in mesi estivi, senza pensare alle ripercussioni sulla guida né ai rischi di una sanzione amministrativa (per la precisione, quella prevista dall’art. 78 del Codice della Strada, che va da 419,00 a 1682,00 euro e ritiro della carta di circolazione). In realtà, bisogna sempre controllare il cosiddetto indice di velocità riportato sulla carta di circolazione, che può essere raggiunto dai modelli più recenti di gomma invernale, ma quello che non cambia è lo stato di manutenzione del prodotto: il caldo, infatti, deteriora più velocemente la mescola dello pneumatico pensato per l’inverno, logorandolo rapidamente e riducendo le sue prestazioni in frenata, sia sull’asciutto che sul bagnato.

Non perdere la bussola. Cosa fare, dunque? Gli automobilisti che non hanno ancora provveduto al cambio devono sbrigarsi a farlo in queste ore, e riporre le gomme usate in spazi appositi. Per gli altri, invece, il consiglio è di anticipare con oculatezza gli acquisti per la prossima stagione fredda, evitando quindi di ridursi all’ultimo momento: il portale www.euroimportpneumatici.com, società specializzata in Italia e leader del settore di ecommerce di gomme, rivela infatti come nel periodo di massima richiesta i tempi di attesa per la spedizione di pneumatici invernali possano aumentare, a causa della rincorsa al “pezzo giusto” per mettersi a norma. Chi invece programma per tempo i propri acquisti può trarre ulteriori vantaggi, e ad esempio può approfittare delle offerte presenti al momento sul sito dell’azienda torinese per quanto riguarda le gomme adatte ai mesi freddi: ad esempio, il modello Imperial SNOWDR 2 nella dimensione 155/70 R13 75 T è attualmente disponibile a un costo di 23,64 euro (più basso di oltre 10 euro rispetto alle offerte di siti concorrenti), mentre i recenti Nokian WR D4 in dimensione 205/55 R16 91 T sono proposti a 74,87 euro (anche qui con un risparmio immediato di almeno 10 euro).

Qui ulteriori informazioni: https://www.polizialocalepadova.it/

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento