Sciopero generale del pubblico impiego giovedì 19 giugno 2014

Saranno previste manifestazioni in tutte le regioni contro i tagli delle spending review e contro la "distruzione dello stato sociale"

Il consiglio nazionale dell’Usb Pubblico Impiego e il consiglio nazionale dell’Usb Lavoro Privato hanno deliberato lo sciopero generale del pubblico impiego e delle aziende a capitale pubblico, delle partecipate a capitale misto e di tutte le società, i consorzi e le cooperative appaltatrici di servizi pubblici. Lo sciopero è proclamato per l’intera giornata di giovedì 19 giugno e vedrà manifestazioni territoriali in tutte le regioni, anche in Veneto e in provincia di Padova.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I MOTIVI DELLO SCIOPERO. “Sin dai suoi primi atti il governo Renzi, in perfetta continuità con i governi che l'hanno preceduto – si legge in una nota di Usb - ha perseverato nell'attacco al pubblico impiego, a partire dal blocco del rinnovo dei contratti nazionali fino al 2020 e dalla negazione di qualsiasi prospettiva, anche minima, di stabilizzazione delle lavoratrici e dei lavoratori precari”. “L’azione di governo sta portando affondi definitivi su tematiche cruciali, come il jobs act del ministro Poletti - che è riuscito nel non facile compito di precarizzare ancora di più il mondo del lavoro nel nostro Paese -  e prosegue nei tagli e nelle privatizzazioni – continua la nota -, prospettando la riduzione delle aziende partecipate dagli enti locali che gestiscono servizi essenziali come i trasporti, l’igiene ambientale, l’energia, l’acqua, i servizi educativi e all’infanzia, le mense e le pulizie scolastiche, l’assistenza alle persone anziane e non autosufficienti”. Di fronte a ciò, il consiglio nazionale dell’Usb Pubblico Impiego e il consiglio nazionale dell’Usb Lavoro Privato hanno deciso di intensificare la mobilitazione, unendo le lotte dei lavoratori pubblici e di quelli delle società che gestiscono i servizi pubblici nello sciopero del prossimo 19 giugno, che sarà il primo sciopero generale contro il governo Renzi e rivendica la apertura immediata del tavolo di contrattazione per lo sblocco dei contratti pubblici fermi dal 2009 e la stabilizzazione dei precari; contro i tagli delle spending review e contro la distruzione dello stato sociale e dei servizi alla cittadinanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: quattro morti in provincia di Padova, anche il custode di Villa Marin

  • Coronavirus, Zaia: «Si tornerà alla normalità, ma gradualmente. Non abbassiamo la guardia»

  • Pm10 alle stelle negli ultimi tre giorni a Padova e provincia: ecco le motivazioni

  • Rientra e trova la compagna esanime: stroncata in casa da un malore fatale

  • «Via libera alla vendita di piante e fiori»: boccata di ossigeno per 450 aziende padovane

  • Addetti al rifornimento scaffali: ricerca urgente per settore Gdo

Torna su
PadovaOggi è in caricamento