rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Economia Cittadella

Vendite in crescita per Sirmax e nuovi investimenti in arrivo per 10 milioni di euro

Il presidente Massimo Pavin: «In un momento in cui il mercato dei polimeri continua a vivere una situazione di shortage, abbiamo potuto raccogliere i frutti di un posizionamento strategico corretto»

Dopo i primi due trimestri più che positivi, anche il terzo trimestre del 2021 registra dati in crescita per Sirmax Group, l’azienda di Cittadella specializzata nella produzione di compound di polipropilene, compound da post-consumo e bio-compound per i più vari settori di applicazione. I volumi di vendita dei primi nove mesi dell’anno sono cresciuti del 22% rispetto allo stesso periodo del 2020 e del 18,8% rispetto ai primi nove mesi del 2019,spingendo il fatturato complessivo previsto a chiusura dell’anno a 450 milioni di euro. 

I dati in crescita

Numeri che non solo proiettano l’azienda di Cittadella verso un 2022 stabile e positivo, ma che, anche, inducono il management della società a mettere in campo nuovi investimenti. «In un momento in cui il mercato dei polimeri continua a vivere una situazione di shortage – spiega Massimo Pavin, presidente e amministratore delegato di Sirmax Group – abbiamo potuto raccogliere i frutti di un posizionamento strategico corretto: una catena di approvvigionamento regionalizzata e fidelizzata che non ci ha fatto dipendere da un’unica area del mondo e che ci ha permesso di produrre a pieno ritmo senza mancare i nostri impegni con i clienti». Nuovi progetti e investimenti si focalizzano, in quest’ultima parte dell’anno, sul settore dei macchinari: sei nuovi estrusori d’alta gamma sono stati acquistati per gli stabilimenti italiani e internazionali, per un investimento complessivo di quasi 10 milioni di euro. L’investimento, che comprende anche i componenti a corredo e le modifiche alle infrastrutture, porterà ad un aumento complessivo della capacità produttiva di Sirmax Group di 27.000 tonnellate corrispondenti a un +10% in Europa e +15% negli Stati Uniti. In particolare, sarà soddisfatto l’aumento di richiesta di tecnopolimeri e di polipropilene compound (destinati principalmente ad auto ed elettrodomestici) che nei primi nove mesi dell’anno è cresciuta rispettivamente del 50% e del 26% in termini congiunturali. In particolare, tre nuovi estrusori andranno a potenziare la produzione del secondo sito produttivo di Kutno, in Polonia, costruito nel 2019, e sono destinati al consolidamento e allo sviluppo dello stabilimento. Il quarto estrusore è destinato al plant statunitense dell’Indiana, Sirmax North America, il quinto all’headquarters di Cittadella e l’ultimo alla sede produttiva di San Vito al Tagliamento (Pordenone), dove viene prodotta plastica altamente tecnologica per nicchie di mercato come l’occhialeria o le attrezzature sportive. I sei nuovi estrusori entreranno in funzione a regime tra gennaio e settembre del 2022. 

La sostenibilità

Parallelamente agli investimenti in nuove macchine, Sirmax Group continua la ricerca e lo sviluppo della business unit green, con nuove tipologie di compound sostenibile, dalle caratteristiche tecnologiche altamente performanti, sia nell’ambito del bio-compound, sia in quello del granulo riciclato da post-consumo. Forte di cinque centri ricerca, l’azienda produce bio-compound biodegradabile e biocompostabile al 100%, utilizzabile per diverse applicazioni: dal packaging per alimenti alla posateria per catering. Per ciò che riguarda l’economia circolare, invece, Sirmax Group nobilita la plastica da post-consumo, dando vita ad un prodotto che, nonostante provenga dal rifiuto, può essere utilizzato per la realizzazione di beni durevoli e può dar vita a componenti automotive dalle alte prestazioni. Il valore aggiunto di Sirmax è nel processo di nobilitazione della plastica: il compound riciclato di Sirmax viene arricchito con capacità meccaniche e tecniche, ai granuli viene aggiunta fibra di vetro, oppure talco o altre componenti che rendono il materiale resistente, performante e affidabile. «Oggi Sirmax è un gruppo sostenibile a tutto tondo – conclude il presidente Pavin –. Gli investimenti effettuati negli ultimi due anni ci hanno permesso di avere una capacità per trattare fino a 45.000 tonnellate di polipropilene e polietilene proveniente da packaging post consumo, nobilitandoli in compound che l’industria dell’elettrodomestico e dell’auto trasformerà in componenti con un ciclo di vita di molti anni. Il nostro obiettivo è dar vita a cicli virtuosi attraverso un know-how interamente sviluppato in Sirmax e condiviso con i clienti finali. È la logica su cui, da sempre, si fondano le nostre scelte strategiche e che ha guidato il potenziamento dei reparti di Ricerca e sviluppo e del marketing strategico. Un percorso in linea con le direttive europee e con la visione dei nostri partner, ai quali intendiamo trasmettere un messaggio non solo di vicinanza all’ambiente, ma anche di apporto per migliorare i loro processi e prodotti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendite in crescita per Sirmax e nuovi investimenti in arrivo per 10 milioni di euro

PadovaOggi è in caricamento