rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Economia

Superbonus, Cna: a Padova 450 cantieri incompiuti e 273 mln di euro di contratti a rischio

Secondo il centro studi di Cna Padova e Rovigo, non saranno solo imprese a pagare dazio rispetto alla decisione presa dal Governo, questo perché circa 3.700 famiglie padovane rischiano di dover sborsare di tasca propria quasi 35 mila euro ciascuna per vedere conclusi i lavori

Secondo il centro Studi di Cna Padova e Rovigo la mancata proroga del Superbonus edilizio per il 2024 ha lasciato incompiuti, solo nel Padovano, 450 cantieri mettendo a rischio contratti per circa 273 milioni di euro. Una stima raggiunta dopo aver in riferimento i dati Enea, Istat e Cna aggiornati al 31 dicembre 2023 attorno al tema della mancata proroga del Superbonus Edilizio, nato con il secondo Governo Conte.

Secondo le stime di Cna la cancellazione del Superbonus per il 2024 metterebbe un’ipoteca sul futuro di una parte importante delle circa 14 mila imprese del sistema casa che hanno sede nel Padovano. Imprese che danno lavoro a oltre 36 mila persone e che si trovano a dover fare i conti con mancati introiti per circa 128 milioni di euro. 

Sempre secondo il centro studi di Cna Padova e Rovigo, non saranno solo imprese a pagare dazio rispetto alla decisione presa dal Governo, questo perché circa 3.700 famiglie padovane rischiano di dover sborsare di tasca propria quasi 35 mila euro ciascuna per vedere conclusi i lavori. Questo, fanno notare dal centro studi, senza alcuna possibilità diottenere il credito fiscale inizialmente previsto né tanto meno di poterlo cedere a terzi.  «Il persistente blocco delle cessioni, l’assenza di soluzioni per i crediti incagliati e la mancanza di una proroga per i condomini hanno creato sconforto tra cittadini ed imprese» spiega il presidente di Cna Padova e Rovigo Costruzioni Fabrizio Biancato. «La prospettiva molto concreta è quella di assistere non solo ad un elevato contenzioso tra committenti e appaltatori di cui è difficile prevedere gli effetti, ma di fatto anche del blocco dei cantieri, con effetti che potrebbero essere critici per molte imprese esposte su questa misura».  Per dare una risposta alle imprese coinvolte, per ragionare sulle modalità migliori chiudere i cantieri attualmente congelati anche in assenza di un aiuto dallo Stato e per affrontare il futuro di un settore che dovrà comunque guardare alla sostenibilità e alla riqualificazione e energetica degli edifici come ad un obiettivo di breve e medio termine Cna Padova e Rovigo ha scelto di organizzare 2 seminari gemelli dal titolo “Oltre il Superbonus: gli incentivi per il sistema casa dalla legge di bilancio e le opportunità del mercato”. Il primo è previsto per il prossimo 22 febbraio 2024 a Padova nella sede della Cna di Padova di Via della Croce Rossa n 56, a partire dalle 19:00. Il secondo è previsto per il prossimo 28 febbraio 2024 a Rovigo nella sede della Cna di Rovigo di Via Combattenti Alleati d' Europa n 9, sempre a partire dalle ore 19:00. «Ormai esaurito il Superbonus», conclude il presidente di Cna Padova e Rovigo Costruzioni «è importante che imprese e cittadini siano consapevoli che ci sono ancora molte opportunità di lavoro da una parte e di risparmio dall’altra grazie agli incentivi per il sistema casa che sono stati confermati per tutto il 2024, ed alcuni anche per il 2025. La riqualificazione energetica fino al 65% di credito d’imposta, il bonus casa al 50%, il bonus per l’eliminazione delle barriere architettoniche al 75% sono solo alcuni esempi. In un momento in cui i prezzi dei materiali sono ancora elevati per le situazioni geopolitiche che stiamo vivendo, i bonus rappresentano il vero strumento con cui mantenere vivo un comparto di attività che da sempre è volano per l’intera economia».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Superbonus, Cna: a Padova 450 cantieri incompiuti e 273 mln di euro di contratti a rischio

PadovaOggi è in caricamento