menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tassa di soggiorno approvata: si parte da settembre

Il consiglio comunale ha introdotto il nuovo balzello. Tariffe da 1 a 3 euro a notte per un massimo di 5 notti tassabili. Esenzioni per under 16, disabili, residenti, malati

Da 1 a 3 euro in base al prezzo delle camere di albergo prenotate e per un massimo comunque di 5 notti, per un totale di entrate stimate in un milione 700 mila euro l'anno. Sono le tariffe e i corrispettivi presunti introiti che il comune di Padova ha approvato ieri sera in un concitato consiglio di fine giugno. La tassa di soggiorno sarà applicata dal 1. settembre, così è deciso.

Esonerati dal balzello, grazie all'approvazione di vari emendamenti bipartisan, i residenti della provincia, i ragazzi fino ai 16 anni, i disabili e chi è in cura all'ospedale e deve fare terapie mediche. Contraria l'opposizione Pdl e Fli, favorevole – con riserva - la Lega.
 
In giunta, oggi è stata individuata una misura di imposta, stabilita in base alla seguente classificazione:
  • Strutture ricettive alberghiere: Quattro stelle e superiori € 3,00; Tre stelle € 2,00; Due stelle € 1,50; Una stella € 1,00.
  • Strutture ricettive extralberghiere: Attività ricettive in esercizi di ristorazione € 3,00; Strutture ricettive - residence € 2,50; Unità abitative ammobiliate ad uso turistico € 1,00; Attività ricettive a conduzione familiare - bed & breakfast € 1,00; Esercizi di affittacamere € 1,00; Case religiose di ospitalità € 1,00; Foresterie per turisti € 1,00; Case per ferie € 1,00; Altre strutture ricettive extralberghiere € 1,00.
  • Attività agrituristiche: Attività agrituristiche € 1,50.
Per il 2011, in linea di massima, è previsto un introito di 550mila euro
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento