Economia

"Tax free day": dal 10 agosto gli artigiani di Padova lavorano per sé

La data fa riferimento ad una stima di quando un lavoratore in città possa dirsi svincolato dagli oneri fiscali e di tassazione. I dati dell'osservatorio di Cna mostrano la città del Santo al 35esimo posto in Italia

Quanto rimarrà nelle tasche dei padovani dopo il salasso delle tasse? A farne una stima è stato l'Osservatorio permanente sulla tassazione di artigiani e piccole e medie imprese, che ha preso in considerazione i dati relativi a ben 112 comuni italiani. Su un reddito d'impresa di 50mila euro, saranno 19.692 euro quelli effettivamente messi da parte. Una media che posiziona la città al 35esimo posto della classifica.

TAX FREE DAY. Il riferimento è ad un'ipotetica impresa manifatturiera individuale, con un laboratorio di 350 metri quadri e un negozio di 175, con 5 dipendenti, un fatturato di 430mila euro all'anno e un reddito d'impresa di 50mila. Secondo questi calcoli, il "tax free day", cioè il giorno in cui i lavoratori patavini inizieranno a lavorare per se stessi, e non per il fisco, sarà il 10 agosto. Sempre meglio che altrove, visto che la media nazionale si attesta al 19 agosto, con un'entrata effettiva di 18.400 euro.

A LIVELLO REGIONALE. Nel resto del Veneto, a passarsela decisamente bene è Belluno. Quinto posto in Italia, 21.427 euro svincolati dalle tasse e "tax free day" già il 30 luglio. Male invece per Venezia, all'89esimo posto nella graduatoria nazionale. Sotto la media le altre province venete.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Tax free day": dal 10 agosto gli artigiani di Padova lavorano per sé

PadovaOggi è in caricamento