"Regalo" anticipato: le tredicesime dei padovani ammontano a 650 milioni di euro

Il totale della spesa che sarà destinata ai consumi sarà pari, in Italia, a 29,1 miliardi, il 14,7% in più dello scorso anno, mentre ogni famiglia padovana spenderà all’incirca 1.400 euro, un dato che calcolato a prezzi costanti genera però un calo effettivo dell'1%. rispetto al 2018

Spese per i regali di Natale in linea con quelle dello scorso anno: nonostante l’aumento della quota delle tredicesime disponibile per i consumi (35,7 miliardi contro i 35 dello scorso anno, cifre che a Padova e provincia diventano poco più di 650 milioni di euro), la spesa media pro capite per i regali di Natale non cambierà tra il 2018 e il 2019 fermandosi a quota 180 euro.

I dati

Questi i dati principali che emergono dall’analisi congiunta dell’Ufficio Studi di Confcommercio con quella di Ascom Padova su andamento dei consumi, ammontare delle tredicesime e spesa per i regali di Natale. Il totale della spesa che sarà destinata ai consumi sarà pari, in Italia, a 29,1 miliardi, il 14,7% in più dello scorso anno, mentre ogni famiglia padovana spenderà all’incirca 1.400 euro, un dato che calcolato a prezzi costanti genera però un calo effettivo dell'1%. rispetto al 2018. Cala la percentuale di quanti prevedono un Natale dimesso (68,7% contro 70%), mentre aumenta quella di chi effettuerà regali (86,9% contro 86,3). Da segnalare infine che la spesa media reale pro-capite sarà inferiore del 30,7% rispetto al 2009. Commenta Patrizio Bertin, presidente di Ascom Confcommercio Padova: «Purtroppo nonostante si preveda un Natale più ricco per i padovani, restano elevate le spese destinate a saldare conti in sospeso e a pagare le rate del mutuo che si attestano poco sotto il 45 per cento».

Regali

Per la casa, la famiglia e per i regali si investiranno circa 280 milioni di euro mentre le spese per viaggi, vacanze e tempo libero (la montagna registra già prenotazioni “full”) ammonteranno a circa una quarantina di milioni mentre circa 50 se ne andranno in ristoranti, cinema e divertimento (anche in questo caso, ristoranti, soprattutto dei Colli, già esauriti e file al botteghino dei cinema). Prosegue Bertin: «Si tratta, complessivamente, di 650 milioni di euro che, per due terzi, sarà appannaggio dei lavoratori che le tredicesime cominceranno a percepirle dal 10 dicembre e fino a ridosso del Natale, e per un terzo dei pensionati che invece hanno già incassato le loro il primo del mese». Si diceva dell’aumento delle spese per viaggi e vacanze, ma anche la tradizione del regalo sembra sarà confermata (con un occhio di riguardo per i più piccoli) mentre per quanto riguarda gli acquisti destinati alla casa e alla famiglia (comprendendo in questa categoria anche smartphone, consolle e pc) ci si rivolgerà anche al mercato dell’acquisto rateale, prospettiva allettante soprattutto nel momento in cui, e non è raro di questi tempi, interviene il “tasso zero”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Bacchiglione restituisce un corpo: è la mamma di Bovolenta scomparsa lunedì

  • Piante "mangia-smog" per pulire l'aria malata: nella Bassa le prime coltivazioni di Paulownia

  • Cadavere lungo l'argine: il tragico gesto forse legato a problemi lavorativi

  • Dalle acque gelide emerge un cadavere: complesse le fasi dell'identificazione

  • Frontale tra due automobili: un'utilitaria finisce nel fossato, automobilista intrappolato

  • Cadavere nel lago d'Iseo: è la giornalista Rosanna Sapori, per anni lavorò nel Padovano

Torna su
PadovaOggi è in caricamento