rotate-mobile
Economia

Truffe, bollettini ingannevoli: "Il pagamento non è obbligatorio"

La Camera di Commercio di Padova mette in guardia le aziende: "Non fate l'errore di pagare a occhi chiusi, con gli importi richiesti ci si iscrive a un elenco ditte italiane operanti in Europa o ad un portale online"

Migliaia di aziende padovane, soprattutto nuove iscritte al Registro delle imprese, stanno ricevendo nelle ultime settimane bollettini postali ingannevoli. A lanciare l'allarme è la Camera di Commercio di Padova.

I BOLLETTINI. Ci sono imprese che nell’arco di una settimana se ne sono visti recapitare addirittura tre, con importi che variano dai 250 ai 350 euro. Se li pagassero tutti, senza chiedersi il fine della richiesta di pagamento, dovrebbero sborsare come minimo 600 euro. A inviarli sono società commerciali che gestiscono l’iscrizione, in particolare, - come si può leggere in uno dei tanti bollettini di pagamento - a un Elenco delle Ditte italiane operanti in Europa in ambito commercio, industria, agricoltura ed artigianato. Una specie di abecedario delle imprese, insomma, la cui inclusione-iscrizione è assolutamente facoltativa e non obbligatoria.

MODO AMBIGUO PER SPILLARE SOLDI. “In caso di ricevimento di queste lettere di richiesta assolutamente estranee alla Camera di Commercio - dichiara il presidente Fernando Zilio - chiamate la vostra associazione di categoria o il vostro consulente, oppure rivolgetevi direttamente alla Camera di Commercio per avere la certezza di non buttare inutilmente alcune centinaia di euro. Ma non fate l’errore di pagare a occhi chiusi senza prima informarvi, perché con gli importi richiesti ci si iscrive semplicemente a un elenco ditte italiane operanti in Europa o ad un portale online di multiservizi riservato a ditte iscritte alla Camera di Commercio. È un modo ambiguo per provare a spillare denaro alla gente, specialmente in un periodo di pesante recessione economica come questo”. Attenzione ai bollettini ingannevoli dunque, anche perché contro un eventuale pagamento non ci sarebbe alcun modo semplice e immediato per recuperare la somma di denaro. Per informazioni e segnalazioni è possibile rivolgersi all’Ufficio Relazioni con il Pubblico della Camera di Commercio: 049-8208166; info@pd.camcom.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffe, bollettini ingannevoli: "Il pagamento non è obbligatorio"

PadovaOggi è in caricamento