Giovedì, 13 Maggio 2021
Economia

Arriva Unibook: la app per libri di testo e appunti a portata di click

Un'applicazione che rivoluzionerà la vita degli studenti. Manuali, schemi e slide diventano raggiungibili con il telefonino. In una settimana, ha superato i mille utenti e conquistato la decima posizione per la categoria

Greta Zamperoni di Unibook

Si chiama Unibook la prima app per cellulare che permette il libero scambio di testi universitari, appunti, slide, via telefonino. E, anche tra i giovani padovani, sta spopolando. Gli ideatori sono stati alcuni studenti trevigiani e vicentini, stanchi di attendere i tomi universitari per giorni, anche dopo aver pagato una piccola fortuna in libreria. L'applicazione, nel giro di una settimana, ha raggiunto oltre mille download, collocandosi alle decima posizione in italia, tra le app per la categoria libri.

SUBITO SUCCESSO. Il giovane imprenditore Andrea Gerard, 25enne vicentino, crede molto nel progetto: "Puntiamo ad avere un milione di utenti in tre anni, per il momento siamo partiti bene con mille registrazioni in meno di una settimana e il raggiungimento della decima posizione in Italia tra tutte le app scaricate che sono oltre 400".

COME FUNZIONA. L'idea è semplice, si scarica la app, in modo gratuito, da Google Play o Apple Store, e, consultando il tasto "ricerca", si raggiunge in meno di dieci secondi il materiale di studio desiderato. Non solo libri usati, ma anche appunti, slide, schede inserite dagli altri utenti. Per registrarsi basta un numero di telefono, una mail, anche solo il contatto Facebook. Chi vuole vendere non deve fare altro che scattare una foto al vecchio libro, che entra così nel sistema: i compratori vedranno il suo annuncio nell'arco di 100 chilometri. Unibook è veramente facile da usare: con il tasto "cerca", si compilano tutte le caratteristiche del libro; con "menu", si accede alle varie categorie (enciclopedia, libri universitari, narrativa, saggi, giornali...), all'inserimento del libro e al profilo utente. Il venditore può essere contattato via telefono, tramite mail o su Facebook, ovviamente se la persona desidera compilare questi dati, altrimenti, per i più riservati, esiste una chat interna.

DA DOVE NASCE IL PROGETTO. "L'idea mi è venuta circa un anno fa - racconta Gerard - ho visto che, a parte qualche sito, il mercato dei libri usati viaggiava solo con il passaparola e qualche libreria specializzata. Da quel momento ho capito che si poteva fare di più". Assieme a Greta Zamperoni, 24enne di Asolo esperta in marketing e studentessa di Ingegneria gestionale a Vicenza, e a Francesco Di Noia, responsabile comunicazione della start-up e rappresentate degli studenti della Scuola di ingegneria a Vicenza, il progetto è diventato in breve una realtà. 

OLTRE CONFINE. L'app punta anche al mercato internazionale. Disponibile anche in inglese, è stata organizzata per diventare un punto di riferimento anche per gli studenti stranieri in Italia ed espandersi oltre confine. "Ci tengo a sottolineare che Unibook è completamente gratuita - conclude Gerard - noi non percepiamo alcun compenso sugli scambi che avvengono grazie alla app. Ci piaceva l'idea di creare qualcosa utile per gli studenti universitari e delle superiori che fosse semplice".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva Unibook: la app per libri di testo e appunti a portata di click

PadovaOggi è in caricamento