Tra le migliori in Italia: UniCredit premia la start up padovana Smart Mold

La start up padovana Smart Mold ha sviluppato e brevettato un rivestimento per stampi a iniezione che permette di lavorare la plastica riciclata da post consumo (che solitamente viene scartata per la sua viscosità) e diminuire lo spessore dei componenti in plastica, riducendo la quantità di materia prima impiegata nella produzione

Il team della startup padovana Smart Mold

Sono stati proclamati venerdì 24 luglio i vincitori dell’edizione 2020 di UniCredit Start Lab, la piattaforma di business rivolta alle startup e PMI innovative italiane “Tech” ad alto potenziale, operanti nei settori Life Science, Clean Tech, Digital ed Innovative Made in Italy.

Smart Mold

Per la categoria Clean Tech a classificarsi seconda è stata la start up padovana Smart Mold, che ha sviluppato e brevettato un rivestimento per stampi a iniezione che permette di lavorare la plastica riciclata da post consumo (che solitamente viene scartata per la sua viscosità) e diminuire lo spessore dei componenti in plastica, riducendo la quantità di materia prima impiegata nella produzione. Alle aziende prime classificate nelle quattro sezioni UniCredit riconosce un grant di 10.000 euro. Tutte le 42 aziende selezionate accedono inoltre a specifici servizi della piattaforma di business di UniCredit Start Lab fra cui: l'assegnazione di un gestore UniCredit dedicato al supporto alla crescita; training manageriale di alto livello, tramite la Startup Academy e workshop tematici; un programma di mentorship personalizzata con professionisti ed esperti del network UniCredit; e, infine, la possibilità di partecipare ad attività strutturate di business e investment matching con controparti industriali e finanziarie clienti di UniCredit con l’obiettivo di facilitare partnership industriali, tecnologiche, commerciali, strategiche, nonchè collaborazioni a vario livello.

UniCredit Start Lab

Andrea Casini, Co-Ceo Commercial Banking Italy di UniCredit, afferma: «Nonostante l’attuale difficile congiuntura, si conferma la dinamicità del fenomeno delle start up innovative in Italia, che nel periodo pre-Covid hanno superato la soglia delle 11.200 imprese iscritte al Registro speciale, in aumento del 3% rispetto al trimestre precedente. La capacità di adattamento e il potenziale di innovazione che caratterizzano queste imprese possono rappresentare un valore aggiunto in un contesto mai sperimentato prima, come quello attuale, pesantemente condizionato dall’emergenza Covid-19. Obiettivo di UniCredit è continuare a incoraggiare l’innovazione tecnologica e la creazione di nuove imprese innovative anche in questa difficile fase dell’economica, rafforzando così un ecosistema virtuoso che, grazie a processi di Open Innovation, può alzare il tasso di innovazione del Paese. Con UniCredit Start Lab negli ultimi 5 anni abbiamo analizzato più di 5.300 progetti imprenditoriali di nuova generazione e accompagnato 350 start up verso percorsi di crescita, raggiungendo in Italia una quota di mercato pari al 20% tra le start up e le PMI innovative che ci consente di avere un punto di osservazione privilegiato sull’innovazione in Italia». Sono state circa 600 le candidature di start up e Pmi innovative presentate quest’anno alla banca e pervenute al termine di un’intensa attività di scouting da remoto che ha coinvolto 150 partner dell’ecosistema italiano dell’innovazione. Circa un centinaio le domande giunte da start up del Nord Est, con una buona rappresentanza femminile tra gli startupper (1 su 4). Più della metà degli innovatori non raggiunge i 40 anni di età, a testimonianza della vivacità dell’imprenditoria giovanile, mentre, con una concentrazione analoga alle precedenti edizioni, rientra nella categoria Digital il 52% dei progetti imprenditoriali presentati. La selezione delle 600 candidature è stata curata dal team di Start Lab col supporto di esperti di settore e imprese clienti della banca che hanno sostenuto il progetto UniCredit Start Lab sin dal momento del lancio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Mi sono addormentato a casa della mia ragazza»: multa di 400 euro per il fidanzato ritardatario

  • Paolo Mocavero condannato, Roberto Baggio vince anche in tribunale

  • Il Covid si porta via a 67 anni lo storico pasticcere di Mestrino. Morto anche un giovane professore

  • Perde il controllo della bicicletta e viene travolto da un'auto: morto ciclista padovano

  • Incendio in un'abitazione a Padova: residente in ospedale con ustioni e problemi respiratori

  • Zaia: «Ecco la nuova ordinanza. Ridotta capienza nei negozi e nei centri commerciali»

Torna su
PadovaOggi è in caricamento