Economia

"Vittoria contro l'usura, la banca consegna 180mila euro ad un imprenditore padovano"

Confedercontribuenti espone il caso di Gianfranco Simonato: "Aveva un debito di quasi 140mila euro, che il giudice, in 18 mesi, ha ribaltato in quasi 160mila euro a suo favore"

Si è conclusa con la consegna di un assegno circolare di 180mila euro, la vicenda che ha visto contrapposti l’imprenditore padovano Gianfranco Simonato e una noto istituto di credito. Si trattava di un debito di quasi 140mila euro, che l’imprenditore aveva e che il giudice, in 18 mesi, ha ribaltato in quasi 160mila euro a suo favore. "Una vicenda dove era emersa con chiarezza l’usura bancaria - spiega Confedercontribuenti - e che giudiziariamente è stata seguita dall’avvocato Giuseppe Baldassare, legale della Confedercontribuenti.

"BATTAGLIA VINTA CONTRO L'USURA". “Si tratta di un'operazione significativa per via della celerità che dà un segnale di speranza agli imprenditori e alle famiglie - dichiara l’avvocato Giuseppe Baldassarre, che aggiunge - altre cinque giudizi sono ancora in corso”. Una battaglia fatta emergere dalla Confedercontribuenti Veneto e dal suo presidente Alfredo Belluco, che lancia un appello: “Verificate i rapporti bancari, affidandovi alla Confedercontribuenti, perché il caso di oggi dimostra che i rapporti bancari spesso siano viziati da calcoli non in linea con le norme previste dalla legge”. 

SPORTELLO ANTIUSURA. "Oggi si 'conclude' una vicenda che aveva messo in crisi un imprenditore con i suoi venti operai, grazie anche alla velocità del tribunale di Padova, che ha fatto giustizia in appena 18 mesi. Certamente - aggiunge il presidente nazionale Carmelo Finocchiaro - è il risultato della battaglia di Confedercontribuenti, che oggi sottolinea come sia una giornata simbolo nella lotta all’usura bancaria”. "Proprio da Padova - conclude  la coordinatrice nazionale e presidente Anvu-Confedercontribuenti Franca Decandia - lanciamo un appello a tutti i Veneti per prendere coscienza del fenomeno criminale fortemente presente al Nord, grazie alla sensibilità del sindaco di Mira Alvise Maniero presto attiveremo uno sportello antiusura in quel Comune del Brenta, dove la presenza criminale è rilevante”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vittoria contro l'usura, la banca consegna 180mila euro ad un imprenditore padovano"

PadovaOggi è in caricamento