Valente investe in formazione per battere la crisi

Nei giorni scorsi l'azienda di Campodarsego ha organizzato il primo di una serie di incontri formativi per la propria forza vendita nazionale. L'obiettivo è formare consulenti con competenze trasversali più attenti alle esigenze degli agricoltori

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Non solo venditori, ma veri e propri consulenti con competenze trasversali: tecniche e agronome, chimiche e metereologiche, di mercato e conoscenza del territorio. E' il profilo professionale "cross skill" sulla cui formazione Valente, leader nella progettazione di soluzioni tecnologiche per gli impianti di vigneto e frutteto, sta investendo per rafforzare la qualità della propria forza vendita.

Nei giorni scorsi l'azienda di Campodarsego (PD) ha organizzato a Ferrara il primo di una serie di incontri formativi rivolto agli agenti dislocati su tutto il territorio nazionale, con il supporto di due importanti realtà ferraresi del settore agricolo: la Fondazione Navarra, centro di ricerca punto di riferimento dell'agricoltura del nord Italia, e i Vivai F.lli Zanzi, azienda internazionale che collabora con università e istituti di sperimentazione.

Una trentina di agenti Valente hanno preso parte a lezioni teoriche e prove in campo, con interventi al di là della semplice illustrazione tecnica degli impianti per vigneto e frutteto dell'azienda. Il progetto formativo ha infatti visto il coinvolgimento di esperti della Fondazione Navarra e dei Vivai F.lli Zanzi, che hanno dato il loro contributo in qualità di agronomi, chimici e biologi, esperti di marketing del territorio e del mercato agroalimentare.

Valente punta sugli argomenti trasversali del progetto formativo, che nei prossimi mesi farà tappa in altre realtà italiane, consapevole che il "saper vendere" e la conoscenza tecnica dei prodotti sono elementi indispensabili, ma non sufficienti per portare un reale valore aggiunto agli agricoltori e intercettare le loro esigenze. Si tratta invece di formare agenti con competenze "cross skill", in grado di offrire una consulenza di ampio respiro: dalla conoscenza delle differenti caratteristiche colturali dei vigneti e dei frutteti, a quella del mercato agroalimentare, dalla conoscenza di elementi di chimica, biologia e metereologia, a quella delle tradizioni, delle usanze agricole e contadine del territorio di riferimento. Proprio per evitare un approccio standardizzato e impersonale al cliente, l'azienda sta attuando una riorganizzazione della forza vendita per far operare ogni agente nella sua zona di origine e fare così emergere la soluzione adeguata alla specificità di ogni territorio.

Oltre che sulla formazione, la collaborazione di Valente con la Fondazione Navarra si basa anche sul piano della ricerca e dell'innovazione, volta al rilancio dell'economia del settore agro-alimentare. La Fondazione ferrarese sta infatti svolgendo alcuni esperimenti sui prodotti Valente per verificare le reazioni degli impianti di coltivazione a determinate modifiche ambientali, esperimenti utili all'azienda padovana per migliorare la qualità dei propri prodotti. Valente da anni si avvale della collaborazione di importanti laboratori di ricerca, tra cui quelli dell'Università di Padova, per testare la sicurezza e la qualità dei prodotti. Dal 2002 ad oggi ha ottenuto diverse certificazioni che dimostrano l'elevato standard di efficienza dell'azienda e di qualità dei prodotti.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento