rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Economia

Abolizione voucher e responsabilità appalti: scatta la mobilitazione della Cgil di Padova

L'associazione padovana, martedì, organizza numerose iniziative di protesta. Il sindacato confederele chiede l'approvazione definitiva delle proposte contenute nei quesiti referendari

È prevista per martedì la giornata di mobilitazione della Cgil di Padova per l'abolizione dei voucher e per la responsabilità solidale negli appalti. Sarà presente alle iniziative padovane anche il segretario organizzativo nazionale Nino Baseotto.

LA MOBILITAZIONE. In seguito alla decisione del governo di intervenire sulle materie sottoposte a referendum abrogando l'attuale istituto dei voucher e ripristinando la responsabilità solidale negli appalti, prosegue l'impegno per la conversione in legge da parte del Parlamento del decreto approvato dal Consiglio dei Ministri. Numerose le occasioni di incontro con delegati, lavoratori, cittadini nelle piazze, nelle fabbriche, nei centri anziani, nelle aule universitarie per discutere di lavoro, di futuro, di un nuovo modello di sviluppo.

IL PROGRAMMA. Dalle 9 alle 12 c'è la distribuzione volantini in piazza Azzurri d’Italia e in alcune abitazioni del quartiere Mortise. Dalle 12.30 alle 14 si svolge un’assemblea presso l’azienda Solera Thermoform di Torreglia. Dalle 15.30 alle 16 è in programma la visita al Centro Anziani di Brusegana. Dalle 17 alle 19 prende il via l'iniziativa con gli studenti presso la facoltà di Scienze politiche. Alle 19.30 la giornata si conclude con la cena al ristorante “da Gambaro” (Cadoneghe, via Bagnoli 3) con i lavoratori e i delegati della Cgil.

IL COMMENTO. "Padova è la città che ha dato un suo importante contributo per l'indizione dei referendum e la presentazione della proposta di legge di iniziativa popolare la Carta dei diritti universali del lavoro, incardinata in questi giorni nel dibattito parlamentare - afferma il direttivo della Cgil di Padova, attraverso un comunicato ufficiale - Oltre 35mila firme sono state raccolte nel territorio provinciale. La Cgil ha già raggiunto uno straordinario risultato: riportare il lavoro, in particolare quello povero e precario, al centro del dibattito pubblico e dell'agenda politica. Non ci fermeremo qui. Vogliamo la conversione in legge del decreto e la discussione della Carta da parte del Parlamento. Lo faremo con la forza dei lavoratori e dei cittadini che vogliono battersi con noi per rendere l'Italia un Paese più giusto".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abolizione voucher e responsabilità appalti: scatta la mobilitazione della Cgil di Padova

PadovaOggi è in caricamento