140 anni di vita per figlie di Maria Ausiliatrice dalla fondazione dell’Istituto

5 agosto 1872 – 5 agosto 2012. Nella Cattedrale di Padova, alle ore 16, una solenne Eucaristia di ringraziamento sarà presieduta da don Jean Rebellato, SdB, vicario ispettoriale dei Salesiani del Triveneto

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Le Figlie di Maria Ausiliatrice, ramo femminile della grande Famiglia Salesiana che vede in Don Bosco il capostipite, nel mondo sono oltre 13 mila, sparse in 94 nazioni, e rispondono al carisma dell’educazione. L’istituto femminile è stato co-fondato da Don Bosco e da Maria Domenica Mazzarello (canonizzata nel 1951), il 5 agosto 1872 a Mornese, in provincia di Alessandria dove c’è tuttora il cuore pulsante di questo Istituto. Ora, a 140 anni di distanza, le Figlie di Maria Ausiliatrice celebrano l’anniversario della fondazione nell’intento di rendere grazie a Dio per il dono della fedeltà alla loro vocazione e al carisma educativo che le contraddistingue e che condividono con tanti educatori, genitori, animatori, parte viva delle Comunità Educanti. Guardano insieme al futuro con speranza, grazie a tanti segni positivi che indicano una strada sempre aperta verso l’universo giovanile.

L’Ispettoria Triveneta delle Figlie di Maria Ausiliatrice, che comprende le regioni del Triveneto e l’Ungheria, per un totale di 38 comunità e 455 religiose, celebrerà l’anniversario in contemporanea con le consorelle di tutto il mondo, domenica 5 agosto. Nella Cattedrale di Padova, alle ore 16, una solenne Eucaristia di ringraziamento sarà presieduta da don Jean Rebellato, SdB, vicario ispettoriale dei Salesiani del Triveneto.

A Padova, in Riviera San Benedetto 88, ha sede l’Ispettoria Triveneta, animata da suor Marisa Chinellato che vede questo momento di festa come «un riandare alle radici per rinnovare una fedeltà e riesprimere nell’oggi, con la carica e la passione educativa della fondatrice, l’attenzione e la dedizione ai giovani, soprattutto i più poveri, per aiutarli a crescere come buoni cristiani e onesti cittadini. Ma è anche l’occasione per riandare alle radici dello stile educativo tipico della Famiglia Salesiana: il Sistema Preventivo che tiene presenti i tre pilastri della ragione, della religione e dell’amorevolezza e che dà una particolare attenzione alla creazione di un ambiente di famiglia, dove si vivono relazioni positive, con percorsi educativi graduali orientati all’incontro con Cristo e rispettosi della crescita della persona di ogni giovane».

La celebrazione del 5 agosto 2012, a cui sono invitati le religiose, i familiari, ma anche i giovani e quanti vivono le realtà educative animate dalle religiose salesiane, sarà anche l’occasione per ogni FMA di rinnovare la propria fedeltà al Patto di Alleanza con Dio e per accogliere i voti annuali di otto giovani consorelle.

L’Ispettoria Triveneta Maria Domenica Mazzarello esplica la propria missione educativa a 360 gradi con una serie di opere gestite direttamente dalle Figlie di Maria Ausiliatrice e altre inserite in varie parrocchie. Nel complesso si possono annoverare: 7 nidi integrati, 25 scuole dell’infanzia, 5 scuole primarie, 2 secondarie di primo grado, 3 secondarie di secondo grado, 4 centri di formazione professionale, 37 opere parrocchiali e interparrocchiali, 3 oratori centri giovanili in comunità di Figlie di Maria Ausiliatrice, 3 case di riposo, 1 pensionato universitario e una Casa di spiritualità. Le 38 comunità di Figlie di Maria Ausiliatrice dell’Ispettoria del Triveneto e Ungheria sono presenti in 13 diocesi: Adria-Rovigo (2), Belluno (3), Concordia-Pordenone (2), Gorizia (1), Padova (9), Trento (2), Treviso (2), Trieste (1), Udine (3), Venezia (1), Verona(3), Vicenza (2), Vittorio Veneto (4) e in Ungheria (3)

LA FONDATRICE: SANTA MARIA DOMENICA MAZZARELLO (1837 - 1881)
Maria Domenica Mazzarello nasce a Mornese (Alessandria) il 9 maggio 1837, primogenita di tredici figli. Fin da piccola pone al centro della sua vita l’Eucaristia e la cura degli altri. A 18 anni si associa alla Pia unione delle Figlie di Maria Immacolata, Associazione mariana sorta su proposta di alcune giovani del paese con la guida spirituale di don Domenico Pestarino. Dopo una grave malattia Maria Domenica si orienta all’educazione delle bambine e delle giovani del paese in un piccolo laboratorio di cucito e in una casa-famiglia.
Nel 1864 incontra Don Bosco che in quegli anni fonda la Congregazione salesiana. Don Bosco constatando la profonda spiritualità e l’arte educativa di Maria Domenica e delle sue amiche, le sceglie per dare origine all’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice. Le prime 11 sorelle emettono i voti il 5 agosto 1872: nascono così le Figlie di Maria Ausiliatrice, monumento vivo della riconoscenza di Don Bosco all’Ausiliatrice, risposta di salvezza alle attese profonde delle giovani  divenendo tra loro segno ed espressione dell’ Amore preveniente di Dio (Cost. artt. 1 e 4). Già nel 1877 sei Figlie di Maria Ausiliatrice varcano l’Oceano con destinazione Uruguay e danno inizio ad una feconda espansione missionaria che raggiunge oggi tutti i Continenti. Maria Domenica Mazzarello muore il 14 maggio 1881 ed è stata canonizzata il 24 giugno 1951.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento