Derma - Andrea Vitti e Giulio Spampinato al Laboratorio Culturale I'M di Abano Terme

Sabato 1 aprile, dalle ore 22.30, ad Abano Terme si terrà un nuovo appuntamento con DERMA, il format di ricerca performativa e sonora del Fusion Art Center, in collaborazione con l'associazione culturale Khorakhanè, che si svolge con cadenza mensile all'interno degli spazi del Laboratorio Culturale I'M.

Derma si presenta come un'esposizione di arte digitale insieme a un live elettronico.
Nasce con l'obiettivo di unire questi due mondi in un'unica realtà sensoriale, spaziale e sonora.

Ogni esposizione è il frutto del lavoro di due artisti, selezionati dalle curatrici del progetto, che condividono i loro diversi linguaggi nella creazione dello scenario, sempre inedito e progettato nello spazio, presentato come evento elettronico e visivo.

Protagonisti della collaborazione artistica saranno Andrea Vitti e Giulio Spampinato in arte Coeden, che insieme daranno vita ad un nuovo scenario sonoro e visivo dell'esposizione e performance live.

Apertura alle ore 20. Inizio live ore 23.

Andrea Vitti
Andrea Vitti, 1985. Un profilo eclettico e pluriforme che vede iniziare la sua esperienza artistica con la pittura, esibendo i suoi quadri in numerose mostre collettive tra cui “Preview Show 2007, Chair and the Maiden Gallery, New York”, e mostre personali come “ExpoArte 2009, Bari”.
Successivamente anche la tecnologia assume un ruolo fondamentale nel suo percorso artistico, in primo luogo il computer, che lo introduce al mondo della computer grafica e al video. La sua estetica sconfina pertanto in una logica transmediale, in cui ogni arte vive in rapporto di reciproca fusione tra natura e tecnologia.
Nella sua pratica e ricerca lavora con differenti tecniche, tra cui il timelapse, la stop motion e il rotoscope. Queste nuove competenze gli hanno permesso nel tempo di misurarsi con forme artistiche che si basano sull’applicazione della tecnologia all’arte, come la Video Art, Performative Art, Generative Art, Glitch Art.

Coeden - Giulio Spampinato
Coeden è il progetto musicale di Giulio Spampinato, giovane musicista patavino, nasce con l’intento di essere un flusso di sperimentazione sonora che nel corso di sette anni si é diramato nei diversi regni dell’elettronica unendo il culto estetico dell’artista alla sua sensibilità. Una peculiare caratteristica di Coeden è l’utilizzo esclusivo di strumentazione analogica.
Nel live si alterneranno paesaggi lunari e atmosfere eteree con danze occulte e ritmi atavici, le sfumature della performance attraversano sonorità ambient e industrial in una continua lotta tra luce e ombra.
“Pareva un ossesso che inseguiva la propria ombra, alla luce fiaccolata delle stelle.” William H. Hodgson

AFTERSHOW

Crayon Mortel djset
https://soundcloud.com/crayonmortel

Evento facebook https://www.facebook.com/events/1846123572318124/

INFORMAZIONI

Ingresso con tessera Associazione Culturale Khorakhanè (5 euro).
Contributo responsabile (5 euro). Comunicazione riservata ai soci.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • James Blunt in concerto alla Kioene arena

    • 24 marzo 2021
    • Kioene Arena
  • PFM canta De André – Anniversary, concerto al Gran teatro Geox

    • 13 marzo 2021
    • Gran Teatro Geox
  • Avril Lavigne, live all’arena spettacoli Padova Fiere

    • 14 marzo 2021
    • Fiera

I più visti

  • “Van Gogh. I colori della vita”, mostra al Centro culturale San Gaetano

    • dal 10 ottobre 2020 al 11 aprile 2021
    • Centro Culturale Altinate San Gaetano
  • Mostra “I Macchiaioli. Capolavori dell'Italia che risorge” a palazzo Zabarella

    • dal 24 ottobre 2020 al 18 aprile 2021
    • Palazzo Zabarella
  • Tour guidato a Padova: "Storia e bellezza non si perdono col tempo"

    • solo oggi
    • 6 marzo 2021
    • Alla Fontana di Prato della Valle
  • James Blunt in concerto alla Kioene arena

    • 24 marzo 2021
    • Kioene Arena
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    PadovaOggi è in caricamento